Baronissi, discarica a cielo aperto verso “La Bastiglia”: la denuncia del circolo “Puletti”

BARONISSI. Come riporta il portale “PuntoAgroNews”, il circolo “Puletti” di Rifondazione Comunista, grazie al suo segretario, Nicola Comanzi, ha avuto modo di denunicare alle autorità competenti del Comune e al primo cittadino, Gianfranco Valiante, la presenza di un area ricolma di materiali nocivi per la salute dei cittadini e per l’ambiente. Nei dintorni di via […]

BARONISSI. Come riporta il portale “PuntoAgroNews”, il circolo “Puletti” di Rifondazione Comunista, grazie al suo segretario, Nicola Comanzi, ha avuto modo di denunicare alle autorità competenti del Comune e al primo cittadino, Gianfranco Valiante, la presenza di un area ricolma di materiali nocivi per la salute dei cittadini e per l’ambiente.

Nei dintorni di via La Fora, nella specifica della direzione che va verso l’altorilievo “La Bastiglia”, è stata segnalata la presenza di una discarica a cielo aperto. Ignoti hanno depositato lungo la strada rifiuti di ogni genere, materiale edile, tubolati che si presume possano essere composti di fibre di amianto: «Ipotizziamo – si evince da una nota del circolo – che lo smottamento del corpo stradale e dei costoni, abbia ricoperto i suddetti con la complicità delle forti piogge e della mancata manutenzione della strada che, a detta dei cittadini dovrebbe essere di competenza comunale. Crediamo che la tutela dell’ambiente e del territorio sia uno dei punti cardini di un’amministrazione che punta a voler migliorare la qualità della vita della comunità. Chiediamo – prosegue la nota – non solo un maggior controllo con l’installazione di una telecamera a infrarosso per individuare i criminali che riversano in tale località materiali nocivi, ma chiediamo anche la bonifica di questa particella demaniale, confidando che gli organi preposti possano attivarsi affinché tali atti non vengano più compiuti e si possa ridare al paesaggio il suo autentico splendore».

TAG