Politica

Battipaglia, allagamenti: nuovo tavolo tecnico, pulizia dei canali ed ordinanza della sindaca

BATTIPAGLIA. Una ordinanza della sindaca Cecilia Francese che obbliga i proprietari di terreni a fronte strada a regimentare le acque reflue, un nuovo tavolo tecnico con la partecipazione anche del Consorzio Asi e di Confindustria e interventi tecnici lungo i canali, sono le iniziative messe in campo dall’amministrazione comunale dopo gli allagamenti avvenuto nell’ottobre scorso. Il lavoro di coordinamento è stato portato avanti dall’assessore all’Area Tecnica Giuseppe Provenza.

Si tratta di interventi che dovrebbero evitare nuovi e anche più gravi allagamenti in città dopo aver riscontrato alcune delle cause che hanno portato la città di Battipaglia ad essere invasa anche da fango e detriti.

L’ordinanza firmata dalla sindaca Cecilia Francese riguarda l’attenzione che i proprietari di terreni, soprattutto di aziende agricole, alla pulizia delle zone che adiacenti le strade per permettere il regolare deflusso delle acque piovane.

Il tavolo tecnico convocato per il 6 dicembre prossimo, servirà per mettere assieme anche gli imprenditori di Confindustria e del Consorzio Asi per discutere delle soluzioni da mettere in campo per risolvere il problema degli allagamenti.

Avviati, intanto, i lavori di pulizia del canale Sant’Anna da parte dei tecnici comunali. In più punti il canale era stato ostruito con blocchi attraverso anche cancelli in ferro. Alcuni blocchi  sono stati rimossi ed è stata avviata una indagine per scoprire gli autori di questi lavori che hanno bloccato il regolare deflusso delle acque reflue.

«Siamo impegnati per ripristinare la sicurezza del nostro territorio – afferma la sindaca Cecilia Francese -. Con l’aiuto di tutti gli Enti interessati rimuoveremo a breve tutte le cause degli allagamenti che hanno creato non pochi disagi ai cittadini».

«Gravissima la situazione che abbiamo riscontrato con la pulizia del canale Sant’Anna – afferma l’assessore Giuseppe Provenza -. In più punti il canale era stato ostruito addirittura con dei cancelli in ferro. I tecnici hanno provveduto alla rimozione ed ora abbiamo avviato una inchiesta per individuare i responsabili. La pulizia del canale continua anche in questi giorni e rimuoveremo tutte le fonti di blocco del regolare deflusso delle acque piovane».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button