Battipaglia, Autunno di eventi: scoppia la polemica sui contributi

Si chiamerà “Enjoy Autumn – Autunno Battipagliese” la kermesse che dovrà animare il mese di ottobre nel centro cittadino; una sorta di anticipazione degli eventi che saranno organizzati per le festività natalizie. L’iniziativa è stata presentata ieri a Palazzo di Città e già desta più di una perplessità sulle modalità di finanziamento e di pianificazione. […]

Si chiamerà “Enjoy Autumn – Autunno Battipagliese” la kermesse che dovrà animare il mese di ottobre nel centro cittadino; una sorta di anticipazione degli eventi che saranno organizzati per le festività natalizie.
L’iniziativa è stata presentata ieri a Palazzo di Città e già desta più di una perplessità sulle modalità di finanziamento e di pianificazione. Il consigliere comunale Antonio Sagarese e il presidente dell’associazione “Cambio rotta”, che ha curato l’intero evento, Lino Paolella, si sono affrettati a dire, in presenza della sindaca Cecilia Francese e dell’assessore Michele Gioia di «non aver chiesto e non chiederemo soldi ai commercianti per la manifestazione». Dichiarazioni smentite da diversi negozianti battipagliesi, che parlano di insistenti visite di agenti che, nel corso dell’ultimo mese, hanno chiesto fondi per “Enjoy Autumn – Autunno Battipagliese”.
E tra le persone che hanno visitato le attività commerciali ci sarebbe una ragazza che sta svolgendo la pratica legale al settore avvocatura del Comune.
«Alcuni ragazzi hanno girato i negozi per ottenere un contributo mensile dai 50 agli 80 euro, a nome del Comune di Battipaglia, parlando di grandi sponsor per gli eventiraccontano alcuni negoziantiVersando tale cifra, le attività commerciali avrebbero avuto visibilità anche sul web e su YouTube nel corso dell’evento autunnale».
Le persone che visitavano i negozi «facevano i nomi di consiglieri comunali e i volantini nelle attività sono stati portati anche da una ragazza che fa pratica all’ufficio legale, che ha detto di consegnarli a nome del Comune».
I volantini riportano i loghi dell’evento, di “Viaggia Lento” – progetto dell’associazione “Cambio Rotta” che si occupa di marketing e che è parte integrante dell’iniziativa – e del Comune.
Presentazioni finite nelle mani dei negozianti all’inizio di settembre, anche se il patrocinio dell’Ente è stato concesso solo il 29 settembre e registrato al protocollo il 4 ottobre, per cui gli agenti che hanno non avrebbero potuto utilizzare il logo comunale.
Di fronte a ciò ieri PaolellaSagarese hanno mostrato un certo imbarazzo, sostenendo prima di non aver chiesto soldi ai commercianti e successivamente di non averlo fatto a nome del Comune, ma solo per promozioni sul web slegate dall’iniziativa. «Voglio avere le prove», ha tuonato Sagarese, mentre la sindaca Francese si è mostrata piuttosto perplessa: «Analizzerò la situazione».
E in vista delle festività natalizie, i commercianti hanno fatto sapere che le stesse persone stanno nuovamente visitando i negozi per chiedere contributi per le luminarie.
Polemiche sono nate pure sulla scelta dell’agenzia incaricata di organizzare l’evento – sottoposto all’amministrazione comunale lo scorso 28 agosto – senza che il Comune abbia preso in considerazione l’idea di coinvolgere altre agenzie locali che organizzano eventi.
«Questa amministrazione ha ricevuto un progetto e ha deciso di sostenerlo», ha risposto Sagarese. Dal canto suo, l’assessore Gioia ha detto che «abbiamo strutturato un gruppo di persone con le associazioni e la parte tecnica. Tutto questo perché abbiamo intenzione di creare un palinsesto per calendarizzare gli eventi». Con i soldi dei commercianti? «A loro non abbiamo mai chiesto niente».

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG