Cronaca

Tragedia all’Aquafarm: 12enne si accascia a terra e muore

Tragedia a Battipaglia, bambino di 12 anni morto all'Aquafarm. Immediati, ma inutili i soccorsi da parte degli operatori sanitari

Dramma all’Aquafarm di Battipaglia dove un bambino di 12 anni è morto. È accaduto nella mattinata di oggi, sabato 30 luglio, quando il giovane stava trascorrendo qualche ora di relax nel parco acquatico battipagliese con la famiglia come riportato dal quotidiano La Città.

Battipaglia, bambino morto all’Aquafarm: la tragedia

Il 12enne, originario di Pompei, sarebbe stato colpito da un malore. Sta di fatto che, improvvisamente, si è accasciato al suolo dove è deceduto. Immediati ma inutili i soccorsi da parte degli operatori sanitari i quali non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del giovane.

Secondo una prima ricostruzione, il dodicenne, arrivato in acqua dopo una scivolata, si è sentito male. Nonostante i tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari del 118, per lui non c’è stato nulla da fare. Sul posto, gli agenti della polizia del commissariato di Battipaglia che stanno svolgendo tutti gli accertamenti del caso.

Solo nelle prossime ore, infatti, sarà possibile stabilire quale sia stata la causa della morte, se un malore o un urto accidentale durante la scivolata. Intanto, i genitori del bambino e i presenti saranno ascoltati dalla polizia per raccogliere indizi utili all’indagine.

Un’altra giovane vita spezzata

Una tragica notizia che arriva poche ore dopo quella di Palinuro dove un 21enne di Crema, Federico Denti, è è morto a causa di di una emorragia cerebrale fulminante. Stando a quanto ricostruito finora, il 21enne si è sentito male nella serata di mercoledì mentre stava ballando. All’improvviso si è accasciato a terra ed ha perso i sensi. Sul luogo sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118 che hanno provveduto a trasferire il ragazzo all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania per le cure del caso. Qui i medici hanno notato che le condizioni del giovane erano piuttosto critiche.

Il suo cuore ha smesso di battere poco dopo. Un malore improvviso che non ha lasciato scampo a Federico. Il 21enne faceva l’animatore da alcuni anni, dopo il diploma con il massimo dei voti, si era iscritto alla facoltà di Ingegneria.

Articoli correlati

Back to top button