Cronaca

L’ingegnere Carbone di Battipaglia Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana: questa mattina la cerimonia a Salerno

Battipaglia, Carmine Carbone Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: questa mattina la cerimonia a Salerno

È stata conferita l’onorificenza di Ordine al Merito della Repubblica italiana Carmine Carbone, ingegnere di Battipaglia con esperienza pluriennale nei diversi contesti lavorativi. Attivamente impegnato nel sociale, si è distinto per il fattivo contributo nell’attività di prevenzione e formazione di protezione civile.

Battipaglia, consegnata l’onorificenza di Ordine al Merito della Repubblica italiana Carmine Carbone

“È stato un vero piacere presenziare a Salerno, in qualità di Sindaca, alla cerimonia di conferimento delle onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana. E come Sindaca di questa straordinaria città sono particolarmente orgogliosa della prestigiosa onorificenza di Ufficiale conferita dal Capo dello Stato e consegnata dal Prefetto ad un nostro concittadino. Una persona per bene, buona, generosa, un grande lavoratore e da sempre attivo nel mondo del volontariato: il mio amico Carmine Carbone” ha commentato la sindaca Cecilia Francese.

In cosa consiste l’onorificenza

L’onorificenza è stata conferita all’ingegnere Carbone nel dicembre del 2013. L’Ordine, retto da un Consiglio composto di un Cancelliere, che lo presiede, e di dieci membri è articolato nei gradi onorifici di: Cavaliere di Gran Croce, Grande Ufficiale, Commendatore, Ufficiale, Cavaliere. Il Cavaliere di Gran Croce può essere insignito della decorazione di Gran Cordone.

Più avanti sono riportati, integralmente, la legge istitutiva con le successive modificazioni, le norme di attuazione e lo Statuto dell’O.M.R.I. Di seguito i punti principali:

  • a nessuno può essere conferita, per la prima volta, un’onorificenza di grado superiore a quella di Cavaliere. Fanno eccezione alcune situazioni particolari, espressamente stabilite dalla legge;
  • per benemerenze di segnalato rilievo e per ragioni di cortesia internazionale, il Presidente della Repubblica può conferire onorificenze fuori della proposta e del parere richiesti dalla legge;
  • le concessioni delle onorificenze hanno luogo il 2 giugno, ricorrenza della fondazione della Repubblica, e il 27 dicembre, ricorrenza della promulgazione della Costituzione. Soltanto le concessioni motu proprio, quelle legate alla cessazione dal servizio dei pubblici dipendenti e quelle accordate a stranieri possono avvenire in qualunque data;
  • salve le disposizioni della legge penale, incorre nella perdita dell’onorificenza l’insignito che se ne renda indegno. La revoca è pronunciata con Decreto del Presidente della Repubblica, su proposta motivata del Presidente del Consiglio dei Ministri, sentito il Consiglio dell’Ordine.
  • è vietato il conferimento di onorificenze, decorazioni e distinzioni cavalleresche, con qualsiasi forma e denominazione, da parte di enti, associazioni e privati;
  • non sono conferite onorificenze nei riguardi di persone che non abbiano compiuto il 35° anno di età ad eccezione delle concessioni motu proprio ai sensi dell’art. 2 dello Statuto. Per il conferimento di un’ onorificenza di grado superiore è prevista la permanenza di tre anni nel grado inferiore;
  • le onorificenze non possono essere conferite ai Deputati e ai Senatori, durante il mandato parlamentare;
  • i colori dell’Ordine sono il verde e il rosso.

Articoli correlati

Back to top button