Politica

Battipaglia, Cecilia Francese assume i manager

BATTIPAGLIA. Camillo Valitutti, Adriana Esposito e un dirigente per il settore tecnico, che sarà totalmente rinnovato: sono le tre figure che saranno assunte in questi giorni al Comune. Il sindaco Cecilia Francese farà leva sulle possibilità offerte dal decreto del ministero dell’Interno del 24 giugno 2015. Che consente particolari opportunità ai Comuni sciolti per infiltrazione camorristica alla data del 20 giugno 2015 (il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto di scioglimento del consiglio comunale di Battipaglia il 4 aprile 2015). Compresa quella di assumere nuovo personale, per un massimo di tre unità con contratti a tempo determinato, anche se il bilancio dell’ente presenta un disavanzo o altre difficoltà finanziarie.

Valitutti, dirigente dell’Asl di Salerno, sarà il nuovo direttore generale del Comune. La sua nomina era stata annunciata pochi giorni prima del ballottaggio da Francese. Valitutti occuperà la poltrona di direttore generale e city manager che per diversi anni è stata di Giovanni Santomauro, prima della sua elezione a sindaco, nel 2009. Adriana Esposito, figura molto vicina all’ex sindaco Fernando Zara e al fratello Carlo, attualmente espressione di Rivoluzione Cristiana, ha coordinato la campagna elettorale del sindaco. Attualmente ricopre l’incarico di responsabile dello staff, ma senza un contratto. Nei prossimi giorni, avvalendosi delle deroghe al blocco delle assunzioni concesse dal Ministero, il primo cittadino formalizzerà il mandato alla Esposito. L’ultimo tassello disponibile sarà occupato da un dirigente del settore tecnico.

Dovrebbe trattarsi di un professionista esterno, che prenderà il posto di Pasquale Angione, nominato responsabile del settore “ad interim” dopo l’addio di Giancarlo D’Aco, reggente dell’ufficio tecnico nel corso del mandato amministrativo della commissione straordinaria. L’area tecnica e delle politiche comunitarie sarà completamente riorganizzata da Cecilia Francese. Si eviterà di consegnare a poche persone troppe responsabilità, facilitandone i compiti. Ad esempio, dovrebbe essere alleggerito il carico di lavoro su Franco Ruggiero, attualmente responsabile del demanio, delle politiche abitative, dell’archivio Sue, della gestione del patrimonio. Inoltre, sarà creato un nuovo ufficio che avrà il compito di intercettare i finanziamenti pubblici che l’ente potrebbe utilizzare per nuove opere o per progetti di utilità pubblica. Non è escluso che il settore tecnico possa essere ampliato numericamente. Stesso discorso per i settori affari generali e avvocatura, che saranno rimodulati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button