Cronaca

Battipaglia, cessazione dell’attività di un capannone: interviene il presidente del consorzio Asi

BATTIPAGLIA. È con una nota stampa di recente pubblicazione che il presidente del consorzio Asi, Antonio Visconti, interviene in seguito all’ordinanza comunale di cessazione immediata dell’attività all’interno di un capannone nella zona industriale di Battipaglia.

Ecco le sue parole.

Cessazione dell’attività di un capannone: le parole di Visconti

“Facendo seguito a notizie apparse recentemente su organi di stampa, in merito a ricorsi presentati da alcune ditte, a seguito dell’ordinanza comunale di cessazione immediata dell’attività all’interno di uno capannone nella zona industriale di Battipaglia, si precisa quanto segue.

Questo Ente ha sempre dato massima disponibilità agli imprenditori per quanto riguarda la presentazione di richiesta di nullaosta, fornendo anche ogni assistenza in merito alla presentazione e al contenuto degli elaborati tecnico-amministrativi.

E di tale opera sono testimoni i tanti Battipagliesi che nel corso degli anni, anche dopo e nonostante il recesso operato dal Comune di Battipaglia, hanno continuato a fare richiesta di nulla osta all’Asi, non certo per piaggeria o inconfessabili motivi, ma molto più semplicemente per restare nell’ambito della legalità, il che non solo è corretto ma, sovente, anche economicamente vantaggioso per chi voglia realmente generare lavoro e ricchezza per sé e gli altri.

Occorre tuttavia rimarcare un concetto fondamentale: la disponibilità non significa debolezza o acquiescenza.

Una richiesta non presentata nel rispetto delle norme vigenti non può essere approvata; peraltro i Tribunali Amministrativi hanno reiteratamente e invariabilmente dato ragione al Consorzio sui molteplici contenziosi instaurati.

C’è confusione a Battipaglia

Su questo punto, a quanto pare, vi è confusione a Battipaglia.

Una confusione che a volte, purtroppo, non si limita ad alcuni privati, probabilmente mal consigliati dai propri tecnici, legali e dalla rappresentanza politica.”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button