Cronaca

Battipaglia, compostaggio: continua il confronto tra Francese e Cariello

BATTIPAGLIA. «Ci sembrano polemiche inutili e, francamente, senza consistenza quelle sollevate dal sindaco di Eboli in merito alla ricezione o meno dell’invito alla assemblea popolare di domenica mattina sulla questione rifiuti». La sindaca di Battipaglia, Cecilia Francese, persevera nel cliché della singolar tenzone con il collega Massimo Cariello, attaccando di nuovo sul tema del compostaggio posto al confine tra le due città.

Cecilia Francese si dice preoccupata per «le dichiarazioni del sindaco di Eboli in merito ad una disponibilità data alla Regione Campania per un ampliamento dell’impianto di compostaggio di quella città, posta ai confini col territorio battipagliese, fino a raggiungere una capacità di trattamento di 70 mila tonnellate di organico». La sindaca torna sui miasmi che emanerebbe l’impianto ebolitano, insiste sulle attività agroalimentari di altissimo pregio, sostiene di rendersi «conto che c’è necessità di parlare in termini di Piana del Sele.

Evidentemente il sindaco di Eboli, come la Regione Campania, vedono il futuro sviluppo economico della Piana improntato sulla gestione sulla trasformazione dei rifiuti- attacca Francese- non è questo il nostro intendimento, noi vogliamo la valorizzazione dei prodotti tipici da un lato e dall’altro la riqualificazione del settore turistico e il rilancio del territorio».

Sul come, però, Francese nulla dice, limitandosi alla vis polemica che certo non le manca. Di questo passo accorciare le distanze tra i sindaci della Piana del Sele e viaggiare compatti sarà veramente difficile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button