Politica

Battipaglia: concessioni sbagliate, salta il cartellone natalizio

BATTIPAGLIA. Un clamoroso errore sui documenti per l’occupazione del suolo pubblico rischia di far saltare tutti gli eventi inseriti nel cartellone natalizio.

Il papocchio è stato scoperto solo ieri da alcuni dipendenti comunali e potrebbe impedire ogni manifestazione organizzata direttamente dal Comune, dagli artisti di strada alle cosiddette “Serre d’Inverno”.

In pratica, le concessioni per l’occupazione del suolo pubblico sarebbero state rilasciate sulla base di regolamenti e norme che risalgono allo scorso anno, senza tener conto delle modifiche giunte nel corso degli ultimi dodici mesi.

Altre autorizzazioni, invece, sarebbero completamente sbagliate. Ad esempio, alcuni spettacoli di artisti di strada sarebbero stati etichettati come “spettacoli viaggianti”.

Un “copia e incolla” delle concessioni passate che renderebbe ancora più cupo il Natale battipagliese. L’amministrazione comunale ha organizzato una riunione straordinaria che si terrà nella giornata di lunedì, nel corso della quale gli uffici preposti proveranno a raddrizzare la situazione. In sostanza, bisognerebbe revocare tutte le concessioni e rifarle in tempi brevissimi.

Nel frattempo, a Battipaglia si avvicina l’ennesimo Natale all’insegna del “fai da te” e dell’austerity. Cittadini e commercianti dovranno mettere nuovamente mano alle proprie tasche se vorranno godere dell’atmosfera natalizia anche in una città in cui l’amministrazione comunale, a causa anche di una situazione economica molto delicata, ha deciso di ridurre al minimo le spese per abbellire la città in vista delle imminenti festività.

Giovedì è stato acceso l’albero di Natale, di circa undici metri, installato in piazza Aldo Moro, dinanzi al municipio. Ma si tratta di una delle pochissime decorazioni che l’ente ha voluto realizzare a Battipaglia. Una serie di piccole illuminazioni nel deserto di una città che da anni vive le festività natalizie guardando con tristezza ed un cenno di invidia a ciò che viene fatto dalle amministrazioni dei comuni limitrofi.

Il Comune, oltre all’albero di piazza Moro, ha installato due alberi più piccoli in via Belvedere e nel rione Taverna, ha addobbato con dei micro led qualche albero a piazza della Repubblica, piazza Sant’Antonio, nel quartiere Sant’Anna e a piazza Amendola, ha fatto montare piccole strutture alla rotatoria tra via Belvedere e via Roma, in via Serroni, via Rosario, via Olevano e in località Aversana. In totale, otto alberi (uno di undici metri, due da sei metri ed altri più piccoli) e sette addobbi. Decisamente poco per dire di aver preparato Battipaglia al Natale.

È vero che il Comune si trova in una situazione di predissesto economico, ma altre città che di certo non navigano nell’oro sono riuscite, grazie alla programmazione e al coinvolgimento di aziende private, ad offrire alle rispettive comunità degli spettacoli più adeguati alle festività.

Articoli correlati

Back to top button