Politica

Battipaglia, due funzionari prefettizi controlleranno il Comune

BATTIPAGLIA. Il prefetto di Salerno Salvatore Malfi assegna due sovraordinati al Comune di Battipaglia. Si tratta dei funzionari Giuseppe Rocco e Valentino Antonetti. Il primo sarà delegato all’area tecnica, il secondo al settore finanziario. Resteranno a Palazzo di Città per circa un anno e sono stati assegnati su specifica richiesta della sindaca Cecilia Francese, che ha sfruttato una norma che prevede una sorta di accompagnamento per le amministrazioni che escono da uno scioglimento per infiltrazioni camorristiche. Rocco e Antonetti dovrebbero varcare il portone del municipio la prossima settimana. Saranno a Battipaglia, almeno in una prima fase, due volte a settimana.

Ciascuno nel proprio settore di competenza, avranno il compito di valutare il lavoro dei dipendenti comunali e ogni atto, istanza e procedura. L’ingegnere Giuseppe Rocco è caporeparto in servizio presso il Provveditorato interregionale per le opere pubbliche di Campania, Molise, Puglia e Basilicata. Da tale ente è ovviamente giunto il necessario nulla osta alla Prefettura di Salerno e al Comune di Battipaglia per procedere all’assegnazione. Lo scorso luglio era stato preposto in posizione di sovraordinazione presso il Comune di Arzano, in provincia di Napoli, a seguito della proroga dello scioglimento per altri sei mesi per l’agguato a un geometra comunale. Incarico che terminerà nel mese di gennaio. Anche in quell’occasione era stato assegnato all’area tecnica. Rocco ha un curriculum di tutto rispetto nell’ambito dei Comuni di Scafati, Roccamonfina, in provincia di Caserta, Giugliano in Campania e Crispano, in provincia di Napoli.

A partire dallo scorso mese di marzo, è stato membro della commissione d’accesso al Comune di Scafati, dove – insieme al maggiore dei carabinieri, Carmine Apicella, e al viceprefetto Vincenzo Amendola – ha svolto l’inchiesta interna al fine di valutare l’opportunità e la necessità di proporre lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche. Valentino Antonetti, laureato in economia e commercio, è dipendente del ministero dell’interno e dirigente presso il dipartimento per gli affari interni e territoriali. È iscritto all’albo nazionale dei segretari comunali e provinciali. Ha ricoperto incarichi dirigenziali, di revisore dei conti e politici presso il Comune e la Provincia di Rieti. A luglio è stato nominato commissario ad acta del Comune di Mercato San Severino con il compito di valutare i bilanci degli ultimi due anni e di traghettare l’ente verso lo scioglimento del consiglio comunale a causa della mancata approvazione degli stessi bilanci. Nel dicembre 2014, e fino alle elezioni amministrative vinte dal sindaco Massimo Cariello, è stato sub commissario al Comune di Eboli, durante la gestione commissariale di Vincenza Filippi. A Eboli, dove ha ricoperto anche l’incarico di amministratore unico della Eboli Multiservizi, Antonetti creò una struttura tecnica, sotto la direzione del segretario generale, per esercitare un controllo economico, finanziario e patrimoniale sugli organismi gestionali interni. Una soluzione che ora potrebbe riproporre al Comune di Battipaglia.

Articoli correlati

Back to top button