Politica

Battipaglia, Francese: «abbiamo chiarito con FI, arriveremo compatti il 10 giugno». Ma Valerio Longo smentisce

BATTIPAGLIA. La sindaca di Battipaglia Cecilia Francese ed il vicesindaco Ugo Tozzi hanno presentato ufficialmente, con una conferenza stampa tenutasi questo pomeriggio a Palazzo di Città, Francesca NapoliGemma Caprino. La prima, neo-assessore allo sviluppo economico, la seconda subentrata in consiglio comunale al posto – appunto – di Francesca Napoli.

 «Ringrazio tutti i miei elettori, sindaca, vicesindaco e l’assessore Napoli. A un anno di distanza mi trovo a ricoprire la carica. Mi impegnerò a fare del mio meglio. Il mio ingresso ufficiale in consiglio avverrà la settimana prossima, ma ho già iniziato a lavorare. Non ho ma abbandonato quest’amministrazione anche da semplice cittadina. E con il gruppo “Idee in Comune” abbiamo dato una grossa mano per l’organizzazione della festa patronale» dice Gemma Caprino.

Subito dopo, la parola è passata all’assessore Francesca Napoli. «Voglio chiarire sin da subito che la mia non è una nomina di sostituzione a Marco Onnembo. Sono due deleghe diverse. Quella di Onnembo è stata trattenuta dalla sindaca, io farà l’assessore allo sviluppo economico. Ho già cominciato ad ascoltare i commercianti e le varie associazioni. Quest’amministrazione deve mostrare prossimità verso gli esercenti. Dobbiamo ascoltare, non imporre le nostre idee. Mi occuperò in particolare di turismo ed agricoltura. Sul turismo, c’è da riqualificare la fascia costiera. Sull’agricoltura lavoreremo sul marchio “Piana del Sele”».


Malumori in maggioranza

Dopo le presentazioni, quasi rituali, l’accento si è spostato sui recenti malumori all’interno della maggioranza. In particolare è stato discusso il documento congiunto presentato dai gruppi di Rivoluzione Cristiana e Forza Italia, firmato da Zara e Provenza. «Vi ricordo che l’assessore Provenza era qui quando abbiamo nominato Caprino e Napoli ed ha applaudito alla nomina. Semplicemente, c’è stato un superamento di un patto stilato in campagna elettorale col gruppo Tozzi. Quel patto prevedeva che le due forze si equivalessero. Poi, è chiaro che le cose in politica cambiano. Ogni scelta che verrà presa, dovrà essere condivisa da una maggioranza. Ai consiglieri di Rivoluzione Cristiana chiedo di darci una mano piuttosto che presentare documenti. Il 10 giugno arriveremo compatti al comizio, ne sono convinta» afferma la sindaca che, poi conclude: «con Forza Italia abbiamo avuto un chiarimento, credo che abbiano deciso di procedere in questa direzione per ottenere visibilità».

Non è dello stesso avviso, però, Valerio Longo che, intercettato sulle scale del Comune, ha rilasciato alcune dichiarazioni: «Abbiamo avuto dei contatti con la sindaca, ma la situazione resta da chiarire. Vogliamo ragionare in termini politici. Non chiediamo poltrone, ma la verifica degli assessori. Apprezzo che il documento sia stato sottoscritto anche da Provenza, che un assessorato di competenza, non so se qualcun altro al posto suo lo avrebbe fatto. Non c’è nessun problema interno a Forza Italia, e non è una questione di divisibilità. Siamo certi che la sindaca possa risolvere le questione da noi poste»

Articoli correlati

Back to top button