Battipaglia, “Guarire con l’ossigenoterapia”: ieri la conferenza al Palazzo di Città/FOTO

Conferenza sull'ossigenoterapia iperbarica organizzata dalla Fidapa Battipaglia, Lions Club Battipaglia-Eboli e Inner Wheel Club Paestum "Città delle Rose".

BATTIPAGLIA. Incontro importante quello che si è tenuto ieri nella Sala Conferenze del Palazzo di Città.

Guarire con l’ossigenoterapia”, il titolo del dibattito organizzato dalla Fidapa (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari) di Battipaglia, dal Lions Club Eboli-Battipaglia e dall’Inner Wheel Club Paestum “Città delle Rose”.

Scopo della conferenza, divulgare e approfondire la conoscenza sull’ossigenoterapia iperbarica, pratica medica ancora poco nota.

Questo è uno dei tanti argomenti per cui la Fidapa e la Inner Wheel, che l’1 ottobre 2014 hanno siglato un accordo a livello internazionale con il Rotary Club, collaborano per «fare un’associazione attiva per migliorare la nostra società», come introduce la presidente della Fidapa di Battipaglia, Meladina Bernardo.

A farle da eco, Lucilla De Luna Rago, presidente dell’Inner Wheel, che aggiunge: «fare rete sul territorio con le varie associazioni, penso che sia il modo migliore per dare pregnanza e spessore alla finalità delle tante e belle iniziative che si fanno».

Ma cos’è l’ossigenoterapia iperbarica?

Il professore Giovanni De Martino, dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, è intervenuto alla conferenza per presentare l’ossigenoterapia iperbarica.

E’ un trattamento medico attraverso “l’utilizzo terapeutico di ossigeno puro al 100%, ad una pressione superiore a quella atmosferica. La terapia avviene in particolari costruzioni apposite per tale somministrazione, chiamate camere iperbariche“. (Fonte Wikipedia)

L’ossigenoterapia iperbarica appartiene alla branca della medicina subacquea.

Ed è proprio da qui che il professor De Martino ricordando Leonardo Fusco, primo italiano impegnato nella raccolta del corallo rosso mediterraneo e “il primo a installare a bordo della sua barca d’appoggio una camera iperbarica portatile che gli consentiva di completare all’asciutto la lunga decompressione”.

Fusco, il “Capitano“, ha collaborato per tanti anni con il Ce.m.si. (Istituto Salernitano di Medicina Iperbarica e Subacquea), dando la possibilità a molte persone con patologie specifiche, di curarsi con questa tecnica innovativa.

Ad illustrare il lavoro del Ce.m.si, e quella che è la pratica dell’ossigenazione iperbarica, è stato il dott. Carlo Duilio, direttore generale dell’Istituto, mettendo l’accento sulle condizioni e le patologie che richiedono nella prassi di guarigione, la cura con l’ossigenoterapia iperbarica; spiegate le modalità con cui avviene la terapia, la tempistica e anche le controindicazioni, e come vengono affrontate dallo staff medico che vive questa pratica.

Tante le testimonianze positive di chi ha vissuto in prima persona la terapia, a seguito di incidenti o infezioni. Come lo stesso Sergio Esposito, membro del Lions club di Battipaglia: la sua esperienza personale, dove a seguito di un incidente è venuto a conoscenza della terapia con ossigeno, è stata l’incentivo per la collaborazione con le altre associazioni per portare nel comune di Battipaglia la conoscenza dell’ossigenazione iperbarica.

Presente alla conferenza il presidente del Lions club Battipaglia-Eboli, Tommaso Di Napoli, che ha concluso la conferenza dichiarando: «Sono molto contento di questa iniziativa come uomo, come medico e come presidente dei Lions.
Come uomo perché stasera abbiamo dimostrato che c’è un’eccellenza anche nel Sud e che, anche qui al Sud, noi abbiamo universitari, medici, organizzatori e operatori sanitari di prim’ordine».

Ecco le foto.

[Best_Wordpress_Gallery id=”127″ gal_title=”Conferenza ossigenoterapia iperbarica”]

TAG