CronacaPoliticaSpeciale elezioni

Battipaglia, Inverso l’ultima vera incognita: il suo 4,7 per cento fa gola ai duellanti

BATTIPAGLIA. Vincenzo Inverso e Guglielmo Marchetta rappresentano l’ultima incognita nel gioco delle alleanze per il ballottaggio. Gerardo Motta e Cecilia Francese, presentando i rispettivi accordi raggiunti con Enrico Lanaro, Riccardo Maria Cersosimo ed Ugo Tozzi, avevano fatto sapere che c’erano delle trattative per altri ingressi nelle due coalizioni allargate. Escluso dalla lista Pietro Ciotti, che ha già detto di lasciare ai suoi elettori piena libertà di scelta, il più ambito è chiaramente Vincenzo Inverso, che al primo turno ha raggiunto il 4,79 per cento (1.452 voti).

Dopo la batosta della nuova ripartizione del consiglio comunale tra quindici seggi in maggioranza e nove all’opposizione, Inverso ha perso la speranza di entrare in assise. Per ragioni di appartenenza politica, Inverso sembra più vicino alla Francese. Da Motta, tuttavia, avrebbe ottenuto la promessa di due incarichi tra giunta e sottogoverno: uno per lo stesso Inverso ed un altro per Monica Di Gaeta, candidata al consiglio nella lista #perunnuovoinizio. Per quanto riguarda Marchetta, l’unica strada percorribile è quella che porta a Motta. La Francese, infatti, ha chiuso l’uscio ad un eventuale patto con Noi con Salvini.

Articoli correlati

Back to top button