Battipaglia, la giunta “blinda” il Palazzo: visitatori schedati

BATTIPAGLIA. Un tesserino di riconoscimento con nome e cognome, orario di accesso, tipologia della visita ed ufficio di destinazione. Da oggi gli accessi al municipio di Battipaglia saranno censiti sulla base del regolamento approvato in giunta. Le finalità sono di ridurre il rischio di presenze abusive in Comune, indirizzare il cittadino all’ufficio competente, migliorare la sicurezza. […]

BATTIPAGLIA. Un tesserino di riconoscimento con nome e cognome, orario di accesso, tipologia della visita ed ufficio di destinazione. Da oggi gli accessi al municipio di Battipaglia saranno censiti sulla base del regolamento approvato in giunta. Le finalità sono di ridurre il rischio di presenze abusive in Comune, indirizzare il cittadino all’ufficio competente, migliorare la sicurezza. Il meccanismo di attuazione non sarà semplice e dovrà essere probabilmente digerito da chi, fino ad oggi, ha concesso l’ingresso all’ente in maniera discrezionale.

Ad ogni cittadino, al momento di attraversare il portone del municipio (e della sede distaccata di via Plava), saranno chiesti documenti e notizie circa gli uffici che intende raggiungere, per ricevere un badge con tali informazioni. Ogni accesso sarà registrato, con orari, anagrafica e motivo della visita. Gli accessi degli utenti saranno registrati anche all’interno di ciascun ufficio, così come sarà calcolato e salvato negli archivi il tempo di permanenza del singolo cittadino in ciascun settore dell’ente. Tale regolamento consentirà di sapere con esattezza, e in qualsiasi momento, quali uffici sono impegnati e quanti utenti sono in attesa di essere ricevuti.

Diverso il discorso per chi dovrà recarsi negli uffici della sindaca Cecilia Francese o della segreteria generale. In quel caso, previo riconoscimento, l’usciere contatterà telefonicamente lo staff per annunciare la visita. I componenti di delegazioni e rappresentanze (sindacali o di comitati cittadini, ad esempio), dovranno presentare richiesta di appuntamento. Al personale addetto ai servizi tecnici e alla manutenzione saranno forniti appositi pass di accesso. Il personale assegnato all’atrio della sede comunale dovrà registrare nominativi ed informazioni di accesso su registri cartacei, nell’attesa di predisporre un sistema di registrazione informatizzato. Le disposizioni del regolamento non si applicheranno ad assessori e consiglieri comunali, revisori dei conti, componenti del nucleo di valutazione e delle commissioni comunali, forze dell’ordine, autorità civili, militari e religiose.

TAG