Cronaca

Battipaglia, lavori di manutenzione: chiusi gli stadi

BATTIPAGLIA. Chiudono gli stadi “Pastena” e “Sant’Anna” di Battipaglia. Le associazioni sportive sono in tumulto. Tra queste l’Idea Atletica Aurora, che minaccia di non mandare i propri atleti alle imminenti competizioni nazionali ed internazionali. Il Comune ha negato l’utilizzo dell’impianto alle varie associazioni sportive, tra cui proprio l’Aurora, a causa di interventi di manutenzione straordinaria, non precisati, dei due impianti sportivi. A partire dalla giornata di oggi, le due strutture sportive potranno essere utilizzate solo per allenamenti di calcio ad undici e per l’atletica, ma solo usufruendo di spazi specificatamente indicati. E che le stesse società d’atletica reputano non sufficienti per una reale e completa preparazione.

La scelta di Palazzo di città

Il Comune non ha reso noti dettagli in merito alla durata dei lavori e alla tipologia degli stessi. Un dettaglio questo ha lasciato nello sconcerto le società sportive. Secondo voci che giungono dal Comune, i lavori principali dovrebbero interessare soprattutto l’area degli spogliatoi ed opere di muratura. Nei mesi scorsi, infatti, l’ufficio sport del Comune di Battipaglia aveva presentato richiesta interna all’ufficio tecnico dell’ente per ottenere i certificati di agibilità delle strutture sportive di competenza. Dalle verifiche fatte al terzo piano di Palazzo di città era così emerso che gli stadi “Pastena” e “Sant’Anna” non sono completamente a norma. Su tali basi, il Comune ha deciso di adeguare gli impianti sportivi, avviando lavori di riqualificazione di cui non si conoscono ancora la natura, i dettagli ed i costi. In effetti, l’ente ha scelto di chiudere “Pastena” e “Sant’Anna” senza avere in mano un progetto definitivo, senza aver pubblicato alcun bando di gara per i lavori (o affidamento diretto) e senza aver chiarito la spesa che il Comune dovrà affrontare. Con evidenti danni per le società sportive del territorio. Soprattutto quelle che si occupano di atletica, giacché gli impegni del mondo calcistico sono ormai conclusi (oppure, in rari casi, agli ultimi scampoli).

La protesta delle associazioni

Sul piede di guerra, in particolare, è l’associazione Idea Atletica Aurora di Battipaglia. «Il Comune ha chiuso i principali impianti sportivi della città, il “Pastena” e il “Sant’Anna”, solo perché l’ufficio sport dell’ente ha chiesto se fossero a norma e l’ufficio tecnico ha risposto negativamente – fanno sapere i responsabili della società sportiva – ora dovrebbero iniziare i lavori, ma non abbiamo visto un computo metrico, un progetto, un finanziamento. Non c’è niente, non si sa nemmeno cosa faranno realmente e quanto costerà l’opera». «Intanto sottolineano preoccupati dalla società sportiva battipagliese – noi abbiamo atleti che devono prepararsi per campionati italiani ed europei. Abbiamo iscritti convocati nella nazionale italiana o qualificati ai campionati europei. Altri sono finalisti ai campionati studenteschi. Qualcuno dice che il Comune dovrebbe rifare gli spogliatoi dei due impianti. Se fosse solo questo sarebbe ridicolo. Sarebbe come chiudere un palazzo per rifare una parete». L’Aurora, dopo mesi di contrasto con l’amministrazione comunale sull’utilizzo dello stadio “Pastena”, lancia la provocazione: «siamo pronti a negare i nostri atleti alle varie rappresentative nazionali. Rifiuteremo tutte le convocazioni». E se da Roma chiederanno chiarimenti su quanto accaduto e sui motivi della rinuncia a partecipare agli eventi programmati da tempo? «Chiederemo alla federazione italiana di atletica leggera, la Fidal, di parlare direttamente con la commissione straordinaria che ora guida il Comune di Battipaglia…».

Articoli correlati

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button