Battipaglia, caos Mgm: trasferimento di rifiuti all’estero a 4 mesi dall’incendio

rifiuti-cilento-cicerale-richiesta-mgm-battipaglia

A distanza di 4 mesi dall'incendio scoppiato alla Mgm, la Regione autorizza l'azienda al nuovo trasferimento di rifiuti all'estero

A distanza di 4 mesi dall’incendio scoppiato alla Mgm, l’azienda che trattava pneumatici usurati, la Regione autorizza l’azienda al nuovo trasferimento di rifiuti all’estero. È il secondo stralcio al trasporto dei rifiuti solidi urbani raccolti dalla Nappi sud di Battipaglia e dalla Sra di Polla verso l’impianto di Remte in Lettonia.

Mgm, trasferimento di rifiuti all’estero a 4 mesi dall’incendio

Antonio Nappi, capo dell’azienda che raccoglie i rifiuti – in particolare carta, cartone e plastica – di numerosi comuni salernitani, ha deciso di affidarsi alla Mgm. La Mgm si occupa del trasporto dei rifiuti verso la Lettonia, dove vengono consegnati al cementificio Sia Schwenc Latvija dove viene eseguita l’operazione di recupero energetico. In altre parole, i rifiuti diventano combustibile per alimentare il cementificio stesso. La Mgm, che si serve di Etm srl, Amendola srl Trasporti e Logistica srl e Ricicla Campania srl per il trasporto su gomma, e della Msc Meditterranean Shipping Company, la Cma Cgm Italy srl e la Sealand a Maersk Company per il trasporto via mare, può servirsi di tre tragitti.

Tutti hanno inizio dal porto di Salerno o da quello di Napoli, ma possono transitare da Malta, Olanda, Germania e Lettonia, o da Gran Bretagna, Olanda, Belgio, Svezia, Germania e Lettonia, o, ancora, da Spagna, Germania e Lettonia.

TAG