Curiosità

Battipaglia, nasce il Museo della mozzarella, la sindaca: “Un mix di storia, arte e bontà”

A Battipaglia è stato inaugurato, nella giornata di ieri sabato 5 giugno, il "Museo della mozzarella", presso l'azienda La Morella Masseria

A Battipaglia è stato inaugurato, nella giornata di ieri sabato 5 giugno, il “Museo della mozzarella”, presso l’azienda La Morella MasseriaLo rende noto anche la sindaca Cecilia Francese con un post su Facebook.


 


 

Inaugurato a Battipaglia il Museo della Mozzarella

“Nella giornata di ieri è stato inaugurato il “Museo della mozzarella“, presso l’azienda La Morella Masseria.
Organizzatori dell’evento i fratelli Maurizio e Renato Di Filippo i quali, mediante riproduzioni sia fotografiche che dei costumi dell’epoca, ci hanno consentito di fare un tuffo nel passato, ovverosia addirittura al 1700, nascita della mozzarella di bufala. Così come raccontato nei vari diari dei viaggiatori stranieri dell’epoca.
Bellissimi e ben ricostruiti gli ambienti, quali, ad esempio, la cantina di conserva per la lavorazione del burro, l’officina del buttero e la concimaia e la cornunchia. Un mix di storia, arte e bontà, destinato a fornire un ulteriore contributo nella valorizzazione di una delle eccellenze del nostro territorio, la mozzarella, prodotto ormai riconosciuto e ambito in Italia e nel mondo.
Occorre dare la massima opportunità alle aziende agricole della nostra realtà anche attraverso la promozione del marchio della Piana del Sele.

Abbiamo bisogno che i nostri prodotti siano riconoscibili attraverso un marchio di qualità, di origine tipica, anche per evitare che eccellenze, come la mozzarella di bufala, grande ricchezza dell’area, vengano penalizzate da quanto avvenuto o avviene in altre aree della Regione.
In questa direzione occorre operare, al fine di fare della nostra produzione agricola, delle sue eccellenze e delle sue tipicità, grandi ricchezze della nostra economia, un elemento identificativo e di attrattività del nostro territorio”. Ha scritto la sindaca Cecilia Francese sui social network.

Le foto


 

 

Articoli correlati

Back to top button