Cronaca

Battipaglia: «Non sono un eroe», parla l'uomo che ha bloccato il rapinatore

BATTIPAGLIA. Le sue parole sono umili e chiare: «Non ho fatto nulla: il merito è di chi ha lanciato l’allarme». Così il 60enne, ha bloccato uno dei malviventi della banda di Belvedere. Il rione ha subito diversi furti in questo periodo. Il 28enne di Afragola è stato arrestato dai carabinieri, il giovane era con altri rapinatori che sono scappati. Il 60enne, residente a Battipaglia è agente di Polizia Municipale a Salerno.

L’uomo ha raccontato: «Ho raccomandato a tutti di non affrontare di petto i rapinatori, perché non serve a nessuno fare gli eroi, e perché loro, i ladri, conoscono noi, ma noi non sappiamo chi siano loro». Una vicenda che dimostra la tenacia dell’uomo e delle forze dell’ordine in generale e porta anche alla luce il problema furti nel quartiere Belvedere, circa 50.

Come racconta il quotidiano La Città, nel parco Super Alfa, sono stati forzati 37 garage. L’accaduto è stato raccontato proprio dal vigile: «Un condomino ha sentito dei rumori ed è sceso in garage, ma, preso dal timore, ha chiesto aiuto a un residente che fa il carabiniere, a un altro carabiniere in pensione e a me, siamo scesi in pigiama, in fretta e furia, e, quando i rapinatori ci hanno visti, hanno capito che qualcosa non andava e sono fuggiti via».

La ricerca è proseguita ed un residente di via Armellini, ha così lanciato l’allarme, dopo aver notato due malviventi:«Uno di loro, che indossava il giubbotto bianco, è scappato, e l’abbiamo cercato invano, ma l’altro lo abbiamo acciuffato col mio intervento, molti sono scesi con ramazze e altri strumenti dissuasori, e il giovane sapeva che avrebbe avuto la peggio se avesse usato violenza».

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto