Politica

Battipaglia, oltre mezzo milione per pagare i consulenti

BATTIPAGLIA. Mezzo milione di euro in poco più di due anni per iniziare la riorganizzazione del Comune. L’amministrazione ha stabilito gli stipendi che saranno assegnati alle tre figure che presto entreranno nella pianta organica dell’ente, per effetto delle deroghe concesse dal ministero dell’Interno agli enti sciolti per infiltrazioni camorristiche. La spesa totale, a carico del Comune di Battipaglia, sarà di 158.523,39 euro l’anno Visto che si tratta di contratti a tempo determinato, validi fino alla fine del 2018, l’ente sborserà complessivamente 501.990,74 euro. I due dirigenti guadagneranno 43.625,65 euro a testa l’anno, oltre 13.214,21 euro di oneri e 3.708,18 euro di Irap. Per un totale, a ciascun dirigente, di 60.548,04 euro l’anno. Soldi che andranno a Ivonne De Notaris, architetto della Provincia di Salerno che dirigerà l’ufficio urbanistica, e a Camillo Valitutti, manager dell’Asl che ricoprirà l’incarico di dirigente del settore affari generali se saranno superati ostacoli burocratici relativi all’età pensionabile.

L’amministrazione ha comunque già pronte le necessarie alternative. Guadagnerà meno Adriana Esposito, già capo staff “in pectore” della sindaca Cecilia Francese dopo aver svolto il ruolo di coordinatrice della sua campagna elettorale. Esposito prenderà 26.845.38 euro l’anno, oltre 8.254,57 euro di oneri e 2.327,36 euro di Irap, per un totale annuale di 37.427,31 euro. Si tratterà di contratti a tempo determinato, validi fino al termine del 2018. I tre dipendenti dovrebbero essere assunti a partire dal 15 ottobre (il capo staff) e dal primo dicembre (i dirigenti). Solo per quanto riguarda gli ultimi mesi di quest’anno, la spesa prevista sarà di 26.420,57 euro. Considerate le previsioni annuali per il 2017 e il 2018 che saranno messi a bilancio, oltre ai mesi finali di quest’anno, il Comune spenderà complessivamente 501.990,74 euro. Una manovra necessaria, secondo la sindaca Cecilia Francese, per «completare il ridisegno della macchina amministrativa del Comune di Battipaglia», ma anche per «garantire, con tempestività, un maggiore e corretto governo e presidio di ampi settori di competenze rette attualmente da dirigenti in servizio con incarichi ad interim, che impongono una rimodulazione degli incarichi».

Ci saranno anche altre modifiche nella pianta organica dell’ente, ma la sindaca vuole procedere per gradi. Al Comune dovrebbero giungere, direttamente dalla Prefettura di Salerno, altri due tecnici che opereranno nel settore tecnico e in quello finanziario, affiancando gli attuali (e nuovi) dirigenti. Nel mese di novembre, cambierà anche il comandante della polizia municipale, con il pensionamento di Giorgio Cerruti. Si va verso una soluzione interna, con Gerardo Iuliano che tornerà a ricoprire il ruolo di comandante dopo la breve esperienza nello stesso ruolo durante l’amministrazione Santomauro. Anche in questo caso non si escludono sorprese.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button