Battipaglia, patrimonio comunale: arriva il nuovo piano

coronavirus-battipaglia-sospesi-riscossioni

Poco meno di 18 milioni di euro di beni di proprietà che, a quanto pare, fanno gola a ben pochi. Nessuno ha risposto all’ultimo avviso d’asta pubblica, emanato a dicembre scorso, col quale l’amministrazione aveva provato a vendere tre immobili

BATTIPAGLIA. Si riprova a vendere il patrimonio comunale per sanare le casse del Comune di Battipaglia. Nuovo piano per i vecchi immobili.

Poco meno di 18 milioni di euro di beni di proprietà che, a quanto pare, fanno gola a ben pochi. Nessuno ha risposto all’ultimo avviso d’asta pubblica, emanato a dicembre scorso, col quale l’amministrazione aveva provato a vendere tre immobili.

Patrimonio comunale: arriva il nuovo piano

Come riporta La Città, lunedì, in aula consiliare, finirà un nuovo piano triennale di dismissione e valorizzazione del patrimonio comunale: quasi una fotocopia di quello varato nel 2017, rispetto al quale mancano solo il PalaZauli, venduto tre mesi fa alla Polisportiva Battipagliese per poco più di 900mila euro, e la pineta di via Ilaria Alpi, ceduta alla parrocchia San Gregorio VII in cambio dell’impegno, assunto dai preti, d’ospitare per 5 anni, nell’asilo nido che sarà realizzato, cinque bambini indicati dai servizi sociali comunali.

Tre immobili comunali da vendere

Sullo sfondo, qualche trattativa isolata, ben tre immobili comunali che attendono da decenni l’accatastamento e la Corte dei Conti che si aspetta che l’Ente riesca a dismettere il patrimonio: la vendita dei beni era il punto principale del piano di riequilibrio finanziario pluriennale, approvato nel 2014 dai giudici contabili.

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG