Cronaca

Battipaglia, perfomance e premi: i comunali si dividono 200mila euro

BATTIPAGLIA. Retribuzione di risultato e premi di produzione: dirigenti, responsabili di settore e dipendenti comunali si dividono circa 200mila euro per il lavoro svolto nel 2013 e, in parte, nel 2014. La commissione straordinaria, ricevuta l’analisi del Nucleo di Valutazione, che ha esaminato per performance dei vari settori e la percentuale di raggiungimento degli obiettivi, ha liquidato le somme al personale del Comune.

Per i dirigenti, nel 2013 hanno ottenuto il massimo dei voti (100/100) solo Giuseppe Ragone del settore finanziario, che ha intascato 11.250 euro di retribuzione di risultato, e Anna Pannullo delle politiche sociali (8.750 euro). Voto più basso per l’allora dirigente Pasquale Angione (84), che nel 2013 era stato coinvolto nel terremoto giudiziario che aveva portato anche all’arresto del sindaco Santomauro, ma che per quello stesso anno ha ottenuto 9.450 euro. Piazzandosi al secondo posto tra i dirigenti per il premio ottenuto, pur avendo ottenuto il voto più basso. Giuseppe Lullo, dirigente del settore avvocatura, ha ottenuto 7.787 euro (voto 89) e Giorgio Cerruti, comandante della polizia municipale 7.875 euro (90).

Per il 2013 è stata liquidata anche Maria Tripodi, all’epoca segretario generale, con 7.966 euro. Per un totale, riferendosi solo al 2013, di 45.112 euro di retribuzione di risultato ai dirigenti. Punteggi più bassi ed esborsi minori per quanto riguarda il 2014 agli stessi dirigenti. Il voto più alto è stato appena di 70/100 ed è stato assegnato a Ragone (che ha ottenuto 7.875 euro), Pannullo e Cerruti (6.125 euro a testa). Per Lullo 5.512 euro (63/100), mentre il settore tecnico, guidato da Angione fino ad agosto e successivamente da Giancarlo D’Aco, ha ottenuto un punteggio di 67. Ad Angione sono stati assegnati 3.304 euro, a D’Aco 3.097 euro.

Per un totale, nel 2014, di 32.039 euro. I responsabili di posizioni organizzative (Apo) sono stati liquidati solo per il 2013. Ottenendo dai 1.040 (Salvatore Esposito) ai 1.845 (Giuliano Caso) euro a testa. In base ai punteggi, che vanno da 86,92 al massimo di 100/100 raggiunto solo dallo stesso Caso e da Santolo Rainone (1.476 euro). Ad Osvaldo Amoroso 1.520 euro (82,35), a Domenico Biancullo 1.811 euro (98,11), ad Attilio Busillo 1.640 euro (88,85), a Fausto Dragonetti 1.604 euro (86,92), a Gerardo Iuliano 1.691 euro (91,61), ad Annita Lucarelli 1.707 euro (92,5), a Gaetano Marino 1.195 euro (92,5), a Rita Mastrangelo 1.424 euro (96,45), a Carmine Potolicchio 1.077 euro (83,35), a Franco Ruggiero 1.317 euro (89,23), a Maria Aurora Tassoni 1.536 (92,5).

Per Antonio Parente, insignito di un incarico di alta professionalità, 1.339 euro (77,57). Per un totale di oltre 22mila euro, solo per il 2013. Ovviamente i suddetti punteggi si riferiscono al lavoro svolto dai settori e non solo dai singoli. Tutti gli altri dipendenti comunali si sono divisi 96.584 euro di premi di produzione, solo per il 2013, guadagnando fino a 800 euro a testa.

Articoli correlati

Back to top button