CronacaPolitica

Battipaglia, primi attriti in maggioranza: Fdi si spacca sulle nomine

BATTIPAGLIA. Primi attriti nella maggioranza del sindaco Cecilia Francese. Tre membri storici di Fratelli d’Italia sbattono la porta e Rivoluzione Cristiana sbarra la strada alla possibilità di concedere altri incarichi a uomini di riferimento della coalizione di Ugo Tozzi. La scissione interna a Fratelli d’Italia si è consumata mercoledì sera, a pochi giorni da una cena a cui hanno preso parte anche la sindaca Francese, il vice Tozzi, l’assessore e coordinatore cittadino del partito Michele Gioia, l’onorevole Edmondo Cirielli. Un incontro a cui non sono stati invitati uomini di punta di Fdi, come Carmine Pagano.

Lo stesso Pagano, Giovanni Zarrillo e Franco Magliano hanno deciso di uscire dal partito, dopo aver inutilmente chiesto un coinvolgimento maggiore in amministrazione ai vertici locali, provinciali e nazionali (Cirielli) di Fdi. Dal canto suo, Cirielli ha confermato il suo appoggio all’amministrazione Francese, in particolare a Tozzi e Gioia. Rivoluzione Cristiana, che ha espresso chiaramente il proprio disappunto alla sindaca circa la possibilità di concedere ulteriori incarichi di governo e sottogoverno al gruppo che fa riferimento a Tozzi. Con particolare nesso a Fratelli d’Italia. Ovvio che tale istanza sia figlia dei rapporti tesi tra Fernando Zara, deus ex machina di Rivoluzione Cristiana, e lo stesso Cirielli.

Nel frattempo, la sindaca Francese ha confermato la sua partecipazione all’evento organizzato da Giorgia Meloni ad Arezzo, in programma domattina per il “No” al referendum costituzionale. Tuttavia, Francese non era presente all’incontro di ieri mattina, all’ex scuola De Amicis, da Carlo Zara per il medesimo obiettivo referendario.

Articoli correlati

Back to top button