Battipaglia, il rapper Enema presenta il suo nuovo progetto “Hate 2”

battipaglia-rappen-enema-hate

Sabato 22 giugno al New Funny di Battipaglia, il rapper campano Enema al secolo Emmanuele Lordi, presenta il suo progetto discografico "Hate 2"

Sabato 22 giugno (ore 21.30) al New Funny in via Paolo Baratta a Battipaglia, il rapper campano Enema al secolo Emmanuele Lordi, presenta il suo progetto discografico “Hate 2“. Classe 2000, originario di Avellino, Lordi sin da piccolo si appassiona alla musica e al rap; il giro di boa è rappresentato da ‘Vita bona’ dei Co’Sang, riferimento e icona per il giovane rapper.

Battipaglia, chi è il rapper Enema

Correva l’anno 2009 e bazzicando su canali radiofonici capitai – racconta Enama – per sbaglio sul video di ‘Indy-geni’, restai affascinato dalla potenza lirica, dalla violenza, da quella strumentale nuova alle mie orecchie. Tutto diverso, niente che rispettasse i miei personali canoni di musicalità. Rimasi confuso e colpito allo stesso tempo.

Quattro anni dopo ho preso per la prima volta il foglio in mano, raccontando un pò di ciò che accadeva durante la mia adolescenza; sfoghi personali che mi avrebbero portato successivamente ad acuire la mia scrittura e la mia fantasia nella composizione, cominciai a raccontare storie vissute sulla mia pelle e non. Durante le mie fasi ho sempre preso spunto da un particolare ramo dell’hip-hop, sia quello italiano che americano, quest’ultimo in particolare mi ha segnato in modo particolare. Artisti del calibro di Nas, i Wu-Tang, Evidence, i Gang Starr, i Mobb Deep, Termanology, Big L, Sean P etc… hanno accompagnato le mie giornate per un paio d’anni prima che iniziassi a prendere questa storia del rap con uno spirito diverso, con la voglia di comunicare e far capire che da un posto piccolo può uscire qualcosa di buono.

“Hate”

Due anni fa, ha tirato fuori dal cassetto ‘Hate’, il primo lavoro pubblicato come Enema. Un prodotto homemade con cui viene fuori il potenziale di questa musica anche e soprattutto per chi di hip-hop non ne ha mai sentito parlare. Subito dopo la pubblicazione di quest’ultimo ha iniziato a lavorare per la seconda parte. Di quasi 40 pezzi scritti tra l’Italia e l’Irlanda ne ha selezionati una manciata. Ne sono rimasti solo 6. ‘Hate 2’, ha preso piano piano forma ed è uscito su tutte le piattaforme digitali.

È la rappresentazione dell’incomprensione artistica e umana, altresì della speranza di evadere dalla prigione di provincia usando le parole come un mezzo per poterlo fare. Enema ha raccontato la parte debole, chi non ha fiato per dire determinate cose, chi si è perso per strada e chi non ce l’ha fatta. Il disco è stato prodotto da Dj Fastcut, ProMo L’Inverso e dallo stesso artista. Per i featuring ha fatto affidamento su alcuni dei migliori emergenti nel panorama nazionale, si tratta dei colleghi Boss, Faster e Deco. Tutto l’aspetto tecnico dell’audio è stato curato da Emanuele De Vita presso il True Voice Studio a Battipaglia.

“Hate 2”

Hate 2: Nevermore – conclude Enema – simboleggia una ventata d’aria fresca alla puzza di stantio della scena locale, dove se non produci plastica acustica oppure il solito lerciume anni ’90 non vieni considerato in alcun modo. Io ho cercato di dare il mio contributo e far evolvere qualcosa dove sta andando tutto a ritroso.

Sul palco del New Funny, ci sarà anche Ab(s)stract con il suo “Requiem in Re minore”.

Open Act a cura di: Smeaze, Morism, Meska, Raptus, Sin Mc.

 

TAG