Politica

Battipaglia, scioglimento consiglio comunale: il Tar respinge il ricorso

BATTIPAGLIA. Il Tar respinge il ricorso presentato dai consiglieri comunali di opposizione, Enrico Lanaro, Gerardo Motta, Renato Vicinanza e Luisa Liguori, lo scorso 30 agosto e che aveva come oggetto la richiesta di scioglimento del consiglio comunale. La vicenda risale al 4 agosto 2016, quando il consiglio approvò una delibera di salvaguardia di bilancio. Secondo i quattro consiglieri d’opposizione, prima di approdare in assise sarebbe dovuto essere oggetto di discussione all’interno della commissione consiliare competente. Inoltre, i firmatari dell’istanza hanno chiesto l’annullamento della delibera di salvaguardia degli equilibri di bilancio e di altri atti successivi, come il conferimento di incarichi di collaborazione esterna ad Oreste Vassalluzzo e Cesare Mancusi.

Il Tar Salerno ha rigettato, per inammissibilità, il ricorso proposto dai Consiglieri comunali di Battipaglia ravvisando la insussistenza della lesione dello ius ad officium in quanto, a dire del TAR, «hanno, comunque, partecipato alla conferenza dei capigruppo e alle sedute consiliari in cui è stata approvata la delibera in questa sede impugnata».

Eppure, di diverso avviso è stato, per un caso identico, il Consiglio di Stato in merito alla sentenza resa sul Comune di Moncalieri laddove il Giudice di appello aveva chiaramente statuito il contrario, ossia che configurava la lesione dello ius ad officium. Probabile, dunque, che i consiglieri di minoranza decidano di fare ricorso al Consiglio di Stato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button