Cronaca

Battipaglia, Francese: “La città è senza debiti, 15 milioni pagati risparmiando”

Battipaglia, entro la fine dell’anno, la città potrebbe uscire dal piano di riequilibrio e i cittadini potrebbero tornare a pagare una
tassazione ridotta. Lo annuncia la sindaca Cecilia Francese nel corso di una conferenza stampa. Con lei l’assessore al Bilancio,
Gabriella Catarozzo, che ha illustrato l’azione di questi quattro anni di attività.

Battipaglia, la sindaca Francese tira le somme

«Questo incontro era necessario, perché ci è parso che non si fosse parlato abbastanza del lavoro di risanamento fatto – ha detto Francese – Quello che volevamo, era restituire una città senza debiti».
Un lavoro portato avanti dall’assessore più longevo della giunta Francese: «Per spiegare il lavoro svolto ci è sembrato interessante
partire dall’accantonamento fatto circa 4,8 milioni di euro, che segnano un cambio di rotta, di metodologia».

«Per raggiungere l’obiettivo di copertura del disavanzo siamo dovuti passare attraverso una mole di debiti non compresi dal bilancio – precisa – quando a dicembre del 2016 abbiamo chiesto una relazione agli uffici sulla debitoria non è stato fornito nulla». Così è iniziata la ricerca, che ha portato a individuare debiti risalenti persino a quarant’anni fa.
Quasi 15 milioni di euro, come riporta Il Mattino, persi nelle maglie dell’amministrazione. «Chi mi conosce sa che questo era uno degli obiettivi principali – spiega Francese – oltre ai debiti fuori bilancio di 15 milioni di euro, abbiamo dovuto affrontare 23 milioni di disavanzo: se qualcuno dice che questa è azione dei tecnici non è così: questa è scelta politica».

La novità dei fondi anti-Covid

«Con gli aiuti anti-Covid il comune potrebbe intercettare un finanziamento che consentirà di azzerare il bilancio entro fine anno», annuncia Francese. Ciò significa uscire dal piano di riequilibrio.

Articoli correlati

Back to top button