Battipaglia, spesi 500mila per il Piano Urbanistico che non c’è

patrimonio comunale

Un Piano urbanistico di 500mila euro mai realizzato: ecco la situazione a Battipaglia per quanto riguarda il progetto che presenta un lungo percorso storico

Un Piano urbanistico di 500mila euro mai realizzato: ecco la situazione a Battipaglia per quanto riguarda il progetto che presenta un lungo percorso storico.

Niente Piano Urbanistico: eppure sono stati spesi 500mila euro

A Battipaglia è polemica per il Piano Urbanistico, realizzato per la cifra di 500mila euro ma al momento non ancora realizzato. Per la precisione si tratta di una somma pari a 510mila.

Si tratta profusi per regolamentare il cemento senza regole e per rimpiazzare il Piano regolatore del 1972. Nel 1996, l’allora sindaco Fernando Zara affidò l’incarico all’ingegnere Pietro Samperi che aveva messo mano al Prg del Comune di Roma, ed in capitale, per 13 anni, aveva diretto l’Ufficio di Piano.

Nel 1999 Samperi presentò il progetto preliminare di Battipaglia, e nel 2000 diede vita a una bozza definitiva. Alla fine quei carteggi vennero resi pubblici nonostante il Comune di Roma non avesse dato ancora il via libera. Tuttavia, il Piano non venne mai approvato.

Samperi, che si affidò ai legali per essere pagato, nel 2005, fu richiamato in Municipio dal primo cittadino Alfredo Liguori. Consegnò gli elaborati definitivi: nessuno li ha mai approvati, ma il lavoro di Samperi, dal ‘96 al 2008, è costato circa 220mila euro.

TAG