Politica

Battipaglia, Stefania Greco sulla diffida: "Il Club è nato legittimamente"

BATTIPAGLIA. C’è un Club Forza Silvio (Berlusconi) a Battipaglia, con presidente Stefania Greco, che ha deciso di non appoggiare le scelte locali legate alla candidatura a sindaco di Cecilia Francese. Il Club Forza Silvio di Battipaglia è stato presentato oggi, presso lo studio dentistico di Mautone ubicato in via De Divitiis. All’incontro erano presenti Antonio Roscia, presidente del Club di Salerno e Giuseppe D’Aiutolo di Montecorvino Rovella. Tra i presenti anche Inverso.

Inutile il tentativo del coordinamento regionale di Forza Italia di annullare l’autorizzazione all’uso del simbolo dei Club. Pietro Smarrazzo, responsabile regionale, su indicazione del commissario provinciale di Forza Italia, Enzo Fasano, aveva revocato alla Greco l’autorizzazione per «le scelte in antitesi con la linea di Forza Italia a Battipaglia». Una mossa che non ha scosso la Greco e neppure Roscia e D’Aiutolo. I quali, evidenziando lo statuto di Forza Italia (articoli 66 e 67) hanno chiarito che «solo l’ufficio nazionale Club o il Collegio Regionale dei Probiviri, ed in seconda istanza il Collegio Nazionale, possono decidere di revocarci l’autorizzazione».

Sempre nello statuto è chiarito che il presidente di un Club Forza Silvio entra automaticamente nel direttivo cittadino di Forza Italia. Un ruolo da cui la stessa Greco si è dimessa tre mesi fa, per motivi professionali, ma probabilmente perché non condivideva più la linea politica del partito. Il Club battipagliese è intitolato a Margaret Thatcher. «Sanciamo con questo Club la nostra presenza in Forza Italia e la nostra vicinanza al presidente Berlusconi – ha detto la Greco – i soci sono già una ventina, anche se da statuto ne sarebbero bastati cinque. E ci sono altre richieste di iscrizione. Siamo per la politica del fare, non delle chiacchiere. Siamo a favore delle regole, che a qualcuno sono oscure. Collaboreremo con il coordinamento cittadino di Forza Italia».

Peccato che lo stesso commissario cittadino dei forzisti, Giuseppe Provenza, si sia allineato al provinciale Fasano sulla revoca dell’autorizzazione. «Non ho seguito questa polemica – risponde la Greco – ero distratta perché stavo seguendo un discorso di Brunetta. Via mail non mi è arrivato nulla. Il Club è nato legittimamente e segue le regole dello statuto». Sulla scelta di sostenere la Francese: «il partito non è una proprietà privata. Per ora parliamo di ipotesi di candidature, che saranno ufficiali solo a maggio. La mia idea è di appoggiare Inverso».

Articoli correlati

Back to top button