Cronaca

Dolore a Battipaglia per il suicidio di Filippo Viscido: aveva coronato il sogno di giocare per la squadra della sua città

Shock a Battipaglia per il suicidio di Filippo Viscido: la carriera da calciatore del giovane battipagliese che si è tolto la vita

Dolore a Battipaglia e nel mondo del calcio per il suicidio di Filippo Viscido, trovato impiccato in un garage nei pressi di via Baratta, nel rione Sant’Anna. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Polizia di Stato di Battipaglia i quali – agli ordini del vicequestore Lorena Cicciotti – hanno avviato le indagini al fine di ricostruire la dinamica del tragico avvenimento.

Battipaglia sotto shock per il suicidio di Filippo Viscido: l’amore per il calcio e la carriera in Campania

Nato a Battipaglia, Filippo Viscido si è suicidato all’età di 31 anni. Ne avrebbe compiuti 32 il prossimo 5 giugno. Mosso dalla passione per il calcioFilippo Viscido, da centrocampista, ha vestito le maglie di numerose squadre campane, dal Pomigliano alla Salernum Baronissi, passando per Cavese, Avellino, Battipagliese, militando anche nei professionisti. Nella stagione 2019-2020 ha vestito la maglia dell’Afragolese con cui ha vinto la Coppa Italia Dilettanti dopo la finale col Costa d’Amalfi. 


battipaglia-suicidio-filippo-viscido-chi-era-carriera


Il cordoglio sui social

La notizia ha subito fatto il giro del web, lasciando nello sconforto amici, conoscenti e tifosi. “Persona, prima ancora che calciatore, amata e apprezzata da tutti” si legge in uno dei tantissimi messaggi di cordoglio apparso in queste ore.

Articoli correlati

Back to top button