Cronaca

Battipaglia, Tozzi: «Alba non va venduta»

BATTIPAGLIA. «Alba è una azienda e come tale deve essere gestita»: esordisce così il candidato sindaco Ugo Tozzi in merito alle ultime notizie relative al futuro della società municipalizzata del Comune di Battipaglia. «Dal nostro punto di vista, Alba deve essere potenziata, piuttosto che venduta, e gestita come una vera e propria azienda – continua il dottor Tozzi – I dati di bilancio al 20 settembre 2015 parlano chiaro ed evidenziano due criticità: la prima relativa ai debiti precedenti la scissione che appesantiscono fortemente la situazione patrimoniale dell’ente, la seconda che riguarda i costi del personale dipendente. Criticità che si giustifica con il fatto che la società ha un organico tale da garantire una pluralità di servizi ai residente battipagliesi e che nei confronti del Comune la società vanta, proprio per questi servizi diversi, crediti considerevoli pari a circa cinque milioni di euro». «L’unica vera anomalia resta quella dei debiti verso il fisco ed Equitalia. Se si risolvono questi, Alba può trovare una equilibrata situazione economico finanziaria che giustificherebbe pienamente l’esistenza dell’azienda municipalizzata, in quanto risponderebbe adeguatamente alle condizioni di efficacia ed efficienza di gestione. Inoltre, le attività della società possono soddisfare anche esigenze di realtà al di fuori dei confini comunali, poiché le potenzialità ci sono tutte, portando nuova ricchezza in termini economici e di lavoro». Il candidato Tozzi conferma: «per il prossimo triennio si prevedono significativi miglioramenti in alcune importanti voci di bilancio della società relative al nuovo piano di raccolta, avviato nel 2015 e destinato a consentire una riduzione dei costi per circa 500mila euro, oltre al miglioramento della qualità del servizio. Inoltre, sono previsti uno svecchiamento del parco macchine, con risparmio di costi di manutenzione e assicurazione per circa 100mila euro, con il ricorso al noleggio; il pensionamento di 17 dipendenti, che genererà un risparmio del costo del personale di circa700mila euro».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button