Cronaca

Battipaglia, Velardi attacca il corteo dei manifestanti contro il compostaggio

BATTIPAGLIA. Bufera a Battipaglia per le parole espresse ieri sera da Claudio Velardi, giornalista, saggista ed ex assessore regionale al Turismo nel corso della trasmissione “Bersaglio Mobile”, condotta da Enrico Mentana in onda su La7, che trattava dell’inchiesta di FanPage “Bloody Money”.

Le dichiarazioni di Velardi

Dichiara Velardi: «Mentre a Brescia si fanno i termovalorizzatori e Brescia è ricca, a Napoli e nel Mezzogiorno o a Battipaglia se tu vuoi realizzare un termovalorizzatore c’è il corteo con preti, politici, giornalisti, magistrati e cittadini e camorristi che tutti quanti insieme lottano contro il termovalorizzatore perché naturalmente se fai il termovalorizzatore i soldi vengono impiegati lì e non c’è più il traffico illecito di rifiuti. Questo è il punto di fondo»

Immediata la risposta dei social a tarda sera, soprattutto da parte di attivisti del Comitato “Battipaglia dice NO” con anche l’invio di messaggi di protesta all’emittente televisiva.

Il corteo citato dall’ex assessore regionale al Turismo

Il riferimento di Velardi è al corteo dello scorso 23 novembre 2017 che portò in piazza 10.000 persone, tra cittadini, amministratori del territorio, comitati ed associazioni per non solo evitare l’ampliamento dello Stir (e non un termovalorizzatore) voluto dalla Regione ma per protestare contro le varie problematiche ambientali che attanagliano la città Battipaglia, per chiedere la corretta gestione degli impianti pubblici e privati in mesi difficili con le ricadute sulla salute e per gli odori nauseabondi che si respirano per le strade battipagliesi.

Ora viene chiesto anche l’intervento della sindaca Cecilia Francese per tutelare l’immagine di Battipaglia.

Articoli correlati

Back to top button