Senza categoria

Il battipagliese Dario Cavaliere e il mestiere di Casaro: la storia finisce su Rai3

La figura del Casaro è cresciuta esponenzialmente insieme alle vendite sia in Italia che all’estero, e così il giovane battipagliese Dario Cavaliere ha deciso di approfondire questo mestiere. La sua storia è andata in onda su Rai3, al programma “Il Posto Giusto”, circa un mese fa. Dario è un ragazzo di 26 anni, diplomato in ragioneria ed il suo sogno è sempre stato quello di viaggiare e conoscere il mondo.

Nella sua famiglia la madre è casalinga e suo padre è un direttore di banca, si definisce un giovane che ha sempre avuto libertà di fare ciò che ha voluto ma allo stesso tempo i suoi genitori gli sono stati sempre vicini. Dario sostiene «La nostra è una realtà complicata, c’e’ poco lavoro e chi lo ha è solo in aziende agricole e sicuramente non dietro ad una scrivania», e continua dicendo «Oggi per andare avanti, una persona è costretta a farsi aiutare dai familiari ed anche avendo una laurea il lavoro non si trova».

Il 26enne ha iniziato quasi per caso, quando un giorno recandosi ad un caseificio si è trovato davanti un annuncio di un corso per diventare un casaro, Dario si è detto «Perchè non provare?», e così è stato. Dario ha iniziato questo percorso nel 2013 presso la scuola di formazione di Battipaglia. Il giovane racconta «Questo corso è stato per me come un Università, ho appreso tante conoscenze sia pratiche che legali e devo dire di essere migliorato tanto». Il direttore della scuola di formazione battipagliese spiega che il corso dà la possibilità di apprendere tanti concetti, ma anche di inserire i ragazzi una volta completata la formazione, grazie a delle collaborazioni con aziende.

Dario continua dicendo «Grazie a questo mestiere ho avuto la possibilità di girare il mondo, tante le proposte di lavoro offerte, sono stato a Miami ed è un viaggio che mi ha fatto bene, soprattutto perchè era la prima volta che uscivo dall’Italia. Tornato in Italia ho lavorato per un po’ di tempo in Puglia, dopodichè ho ricevuto altre offerte lavorative a Londra e a Sidney, ma ho deciso di restare in Italia perchè qui c’e’ l’amore della mia vita».

Oggi a distanza di 3 anni dall’inizio di quel viaggio, Dario ha trovato lavoro presso una catena di supermercati, grazie anche ai contatti della scuola e dice «Se quel giorno non fossi andato in quel caseificio, oggi non sarei qui a raccontare questa storia e probabilmente non avrei lavoro».

Articoli correlati

Back to top button