Economia

Bcc Battipaglia: 5 milioni di utili

BATTIPAGLIA. Celebrata domenica l’Assemblea della Cassa Rurale di Battipaglia. Approvato il Bilancio 2015 con oltre 5 milioni di Utili. Rinnovato in Consiglio di Amministrazione con due nuovi ingressi. Annunciata la firma di un protocollo d’intesa con la Bcc di Salerno e con la Bcc di Serino per una possibile fusione. Annunciate le linee guida per il prossimo triennio che vanno verso una cooperativa sempre più “pura” in cui i Soci saranno ancor più protagonisti. Lanciata infine l’idea per favorire la costituzione di 5 nuove startup ogni anno per i prossimi 5 anni con l’obiettivo di “costruire” 125 nuovi posti di lavoro. Lucio Alfieri, presidente della Federazione Campana delle Bcc: “Cassa Rurale di Battipaglia, spina dorsale del Credito Cooperativo campano”.

E’ stata un’assemblea ricca di contenuti e di importanti novità, quella che ha celebrato ieri (domenica 15 maggio), la Cassa Rurale ed Artigiana Bcc di Battipaglia e Montecorvino Rovella, presso il Centro Sociale di Battipaglia. Oltre all’approvazione del Bilancio 2015 (chiuso con oltre 5 milioni di Utili e con un CET1, l’indice di solidità, al 25,5%, più del doppio di quello medio dell’intero sistema bancario, al 12,10%) e al rinnovo del Consiglio di Amministrazione che ha visto l’ingresso dell’avvocato Rodolfo Pierri e dell’imprenditore Antonio Avallone, che hanno sostituito la sig.na Maria Pia Vicinanza e l’imprenditore Elia Soldivieri, a cui è andato un grande applauso di tutta l’assemblea per l’ottimo lavoro portato avanti nel loro servizio, i lavori assembleari si sono soffermati sul servizio reso ai Soci e alle comunità e sui progetti futuri. Nella Relazione del Consiglio di Amministrazione ampio spazio è stato dato ai progetti futuri della Banca, con il protocollo d’intesa con la Bcc di Salerno e la Bcc di Serino che porterebbe ad una realtà unica che abbraccerà l’intera area centrale della Campania.

Sulla “centralità” del Socio (si ricorda che attualmente i Soci sono oltre 5300, ma l’obiettivo, anche dopo le possibili aggregazioni, porterà ad una compagine sociale di circa 9000 Soci) e sulla necessità di un coinvolgimento sempre più attivo di ognuno, si è soffermato a lungo il riconfermato presidente, Silvio Petrone: “Il terzo cinquantennio – ha dichiarato il presidente – sarà il nostro “terzo tempo”. Vedrà una cooperativa sempre meno “spuria” e più “pura”, con un alto grado di coesione interno e con il nostro gruppo”.

Un interessante progetto è stato infine annunciato proprio da Petrone in chiusura, riprendendo un’idea lanciata nei giorni scorsi del premio Nobel Yunus in materia di microcredito, parlando proprio della disoccupazione giovanile nel sud Italia: “La nostra idea – ha confermato Petrone – è quella di aiutare, attraverso uno specifico budget, i giovani a creare 5 startup ogni anno per 5 anni con l’obiettivo minimo di offrire 125 posti di lavoro in 5 anni”.

Presente ai lavori assembleari anche il presidente della Federazione Campana delle Banche di Credito Cooperativo, Lucio Alfieri, che nel corso del suo intervento ha definito la Cassa Rurale di Battipaglia “la spina dorsale del Credito Cooperativo campano”.

I numeri della Cassa Rurale ed Artigiana Bcc di Battipaglia e Montecorvino Rovella al 31/12/2015:

Impieghi: 276.272.000 euro
Raccolta totale: 465.345.000 euro
Patrimonio: 93.840.000 euro
Utile: 5.160.000
Soci: 5313
Sportelli: 19
Dipendenti: 128
Numero rapporti: 28.727

Composizione del Consiglio di Amministrazione eletto all’unanimità dall’Assemblea:

Presidente: Silvio Petrone
Vice Presidente Vicario: Camillo Catarozzo
Vice Presidente: Antonio Caputi
Consiglieri: Antonio Avallone, Pier Paolo Barone, Rosa Maria Caprino, Carlo Crudele, Federico Del Grosso, Emiddio Morretta, Rodolfo Pierri, Marco Rago.

Articoli correlati

Back to top button