Bellizzi: cartelle pazze dalla società di riscossione tributi, la denuncia di Maddalo

L'ex assessore alle Finanze: "Ormai sono anni che si modificano tariffe in maniera altalenante a seconda della convenienza politica in un caos amministrativo che ha visto protagonisti una mole enorme di disservizi"

BELLIZZI. Centinaia di cittadini hanno trovato nella propria casella postale bollette inerenti tributi locali di anni passati, ma che in realtà sono già state pagate.

È quello che segnala l’ex assessore alle Finanze Angelo Maddalo puntando il dito contro l’attuale giunta: “Ormai sono anni che si modificano tariffe in maniera altalenante a seconda della convenienza politica in un caos amministrativo che ha negli ultimi periodi visto protagonisti una mole enorme di disservizi”.

“Tali scelte scellerate in ambito tributario – aggiunge Maddalo – gravano sulle famiglie e sui commercianti. Un altro salasso si è insinuato sulle rateizzazioni dove la maggioranza approvò tempo fa un regolamento che penalizza i contribuenti,che ovviamente ha visto il voto contrario della minoranza”.

“Un fiume di bollette già pagate che continuano a perseguitare i contribuenti”

“Devono vergognarsi per quanto accaduto fino ad ora nella nostra comunità ormai allo sbando – continua l’ex assessore – e dopo tutta questa odissea finanziaria la maggioranza ha commesso l’ennesimo colpo basso alla popolazione, lasciando campo libero ai privati sulla riscossione dei crediti ed ecco giungere altri disagi. Un fiume di bollette già pagate che continuano a perseguitare i contribuenti semplicemente per incapacità amministrativa”.

“Noi difenderemo a muso duro i diritti del popolo e contrasteremo queste azioni infelici della coalizione di governo, il nostro impegno sarà controllare in maniera certosina che questa agenzia di privati effettui tutto in modo trasparente e legittimo. Invito tutti – è il monito di Maddalo – a prestare massima attenzione per non pagare due volte la stessa bolletta per colpa di una giunta ormai insensibile alle richieste della popolazione”.

L’assessore Angelo Maddalo

TAG