Cronaca

Bellizzi, innamorato della barista la perseguita: condannato

BELLIZZI. Si era invaghito di quella giovane ragazza che lavorava presso il bar della ricevitoria dove andava a giocare la schedina. Ma quel sentimento, ben presto, si è trasformato in una vera e propria persecuzione per la ragazza che ha denunciato Massimo M. per stalking. Per ore quest’ultimo (che, difeso dall’avvocato Luigi Capaldo, ieri è stato condannato ad otto mesi) rimaneva davanti al bar a fissarla.

Ma, con il trascorrere dei giorni, quel comportamento è diventato ossessivo fino a quando, attraverso Facebook, ha iniziato a minacciarla ed ingiuriarla. E, così, dallo scorso mese di marzo Massimo M. è stato prima raggiunto da un provvedimento che gli impediva di avvicinarsi alla giovane donna ma poi la misura è stata aggravata in quanto la vittima continuava ad essere infastidita da colui che era diventato un vero stalker.

Ieri la vicenda si è conclusa con la condanna ad otto mesi (pena sospesa) e la remissione in libertà dell’imputato con la raccomandazione – da parte del giudice che ha emesso la sentenza – di non avvicinare più la ragazza. Evitando, anche in futuro, simili comportamenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto