Benevento ancora vittima dell'effetto "Arechi". La Salernitana ritrova il sorriso con Della Rocca e Felipe Luiz

Ritorna alla vittoria la Salernitana dopo il brutto k.o. di Ferrara. Gli uomini di Beppe Sannino s’impongono per 2-1 sul Benevento, compagine che non perdeva in campionato dallo scorso dicembre. Buon primo tempo dei granata che trovano l’uno-due con Della Rocca e l’esordiente Felipe Luiz. A tre minuti dalla fine Lucioni spaventa il pubblico di casa, accorciando il risultato, che rimarrà tale anche dopo quattro minuti di recupero. Ora il prossimo impegno vedrà la compagine campana affrontare il Brescia.

PREVIEW – Salernitana e Benevento chiudono l’ottava giornata di campionato in un derby all’insegna delle assenze. Per i granata indisponibili Tuia, Franco, Schiavi ed Odjer. Donnarumma e Mantovani, invece, sono in panchina. Debutto assoluto per l’italo-brasiliano Luiz Felipe. Il tecnico di Ottaviano utilizza il 4-4-2, ritornando alle origini. I giallorossi di mister Baroni si presentano con il consueto 4-2-3-1 con Ceravolo unica punta e il tridente Jakimvoski-Ciciretti-Melara alle spalle del centravanti ex Reggina. Gori, uno dei quattro ex della sfida, difenderà i pali dei sanniti in luogo di Cragno convocato dall’under 21.

PRIMO TEMPO – Fasi di studio delle due compagini nei dieci minuti iniziali. Il primo pericolo è della Salernitana. Azione personale di Rosina che supera con un “sombrero” il diretto avversario e conclude di destro, Gori si rifugia in angolo con i piedi in stile Garella. Ancora Salernitana tre giri di lancette dopo. Improta con la punta coglie la traversa a Gori quasi battuto. La sfera si alza sopra la traversa. Il Benevento si riaffaccia poco dopo in area granata. Ceravolo svetta su Bernardini, la palla termina di poco a lato. Successivamente è Buzzegoli a sfiorare il goal direttamente su punizione. La conclusione del centrocampista ospite termina sull’esterno della rete. Salernitana in vantaggio alla mezzora. Sugli sviluppi di un corner, la sponda di Zito viene raccolta da Della Rocca che gira la sfera in rete. E’ il secondo goal stagionale per il calciatore nativo di Bologna, il primo è stato siglato sempre all’Arechi e sempre sotto la Curva Nord. Sulle ali dell’entusiasmo, Rosina sfiora il raddoppio sessanta secondi dopo. Splendida azione in combutta con Vitale, l’ex Bari scarica il mancino rasoterra che viene parato da Gori in due tempi. La gara si è accesa dopo i primi venti minuti a dir poco soporiferi. Pronta reazione del Benevento con Ceravolo. La conclusione dell’ex Reggina viene deviata da Terracciano. Ancora granata all’arrembaggio al trentaquattresimo. Zito si mette in proprio e conclude di sinistro, l’estremo difensore del Benevento para in blocco. Sempre granata alla riscossa. Zito sfiora il goal ma la conclusione viene deviata in angolo. Sul corner susseguente, batti-ribatti in area, la sfera arriva dalle parti di Luiz Felipe che sigla il 2-0 con un bolide a pochi passi dalla porta. Esordio con goal per l’italo-brasiliano che spacca la porta. La gara si conclude con il volo d’angelo di Terracciano sulla conclusione di Pezzi indirizzata nel sette. Dopo un minuto di recupero, l’arbitro decreta la fine delle ostilità.

SECONDO TEMPO – Stessi ventidue in campo nella ripresa. Baroni sostituisce uno spento Jakimovski ed inserisce Cisse. Poco dopo è proprio il neo-entrato a soffiare palla a Bernardini, reo di un’imperdonabile leggerezza, per servire l’accorrente Ceravolo che, clamorosamente, colpisce la traversa a Terracciano battuto. I sanniti provano con costanza ad impensierire la compagine granata ma senza particolare fortuna. Secondo cambio al settantesimo per gli ospiti. Pajac prende il posto di Melara.  Cambia anche la Salernitana. Fuori uno stanchissimo Zito, dentro Ronaldo. 3-5-2 con il brasiliano in cabina di regia e Improta e Vitale sugli esterni. Al settantacinquesimo Coda si divora l’occasione del 3-0. Errore in retropassaggio di Pezzi, l’attaccante metelliano è bravo ad intercettare il pallone vagante e a saltare Gori ma il suo tiro viene salvato da Lucioni sulla linea della porta. Girandola di cambi negli ultimi minuti. Baroni sceglie Gyamfi al posto di Pezzi, Sannino sostituisce Improta con Laverone. Il Benevento acciuffa la rete che accorcia le distanze all’ottantasettesimo. Angolo di Buzzegoli, colpo di testa preciso di Lucioni che insacca alle spalle di Terracciano. Il direttore di gara ordina quattro minuti di recupero. Ronaldo sfiora il tris con un bolide dalla distanza che fa la barba al palo. Dopo il finale in apnea, l’arbitro decreta la fine del match. Salernitana nuovamente vittoriosa sul campo amico, il Benevento esce sconfitto dall’Arechi per 2-1.

TABELLINO SALERNITANA – BENEVENTO 2-1
Marcatori: 30′ Della Rocca (S), 43′ Luiz Felipe (S); 87′ Lucioni (B)

SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Perico, Luiz Felipe, Bernardini, Vitale; Improta (84′ Laverone), Busellato, Della Rocca, Zito (75′ Ronaldo); Rosina, Coda.
In panchina: Iliadis, Mantovani, De Angelis, Libertino, Caccavallo, Donnarumma, Joao Silva. Allenatore: Giuseppe Sannino

BENEVENTO (4-2-3-1): Gori; Venuti, Padella, Lucioni, Pezzi (84′ Gyamfi); Chibsah, Buzzegoli; Melara (70′ Pajac), Ciciretti, Jakimovski (54′ Cisse); Ceravolo.
In panchina: Perucchini, Camporese, Bagadur, De Falco, Del Pinto. Allenatore: Marco Baroni

Ammoniti: Ciciretti (B), Bernardini (S)
Spettatori: 14573

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto