Cronaca

Bimba di tre anni seviziata e uccisa. Il padre accusa i vicini

SARNO. Una bimba di tre anni è arrivata morta in ospedale con lividi e gravi lacerazioni nelle parti intime.

Si sospetta che la piccola sia morta in seguito a violenza sessuale. Finiscono sotto torchio il papà e alcuni vicini di casa. La piccola Lidia, di origini romene, è arrivata al pronto soccorso dell’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno intorno alle 22 di ieri sera, accompagnata dal papà. Nuda, con addosso solo un paio di mutandine, dal collo fino alle gambe piena di lividi e segni di violenze. I medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso, avvenuto probabilmente per un’emorragia interna, e hanno subito allertato i carabinieri.

La piccola viveva a San Marzano sul Sarno col papà, divorziato perché la moglie, li aveva lasciati per andare a vivere in Romania. L’uomo, messo sotto torchio, ha indicato i vicini quali responsabili della violenza sulla piccola. Ogni mattina, infatti, l’uomo lasciava ad essi la custodia della piccola Lidia per poter andare al lavoro.

Dopo le dichiarazioni del padre, i carabinieri hanno prelevato questi ultimi portandoli nella caserma di via Sodano.

Mostra di più

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio