Cronaca

Bimbo inglese morto al ristorante: condannata la cameriera

Un’assoluzione ed una condanna per la morte di Wahid Cameron, il bimbo inglese morto nell’ottobre del 2015 dopo aver pranzato in un ristorante a Scala e dove aveva consumato un piatto di scialatielli confezionati con latte (il bambino era allergico al latte e ai suoi derivati).

Bimbo morto a ristorante: nei guai la cameriera

Il giudice monocratico Caiazzo del Tribunale di Salerno ha assolto L. Cioffi (cuoco del ristorante La Margherita difeso dagli avvocati Stefania Forlani e Marcello Giani) perchè il fatto non costituisce reato e condannato a due anni E. Di Lascio, la cameriera responsabile di sala (difesa dall’avvocato Marcello Giani), per omicidio colposo.

Stando in cucina, il cuoco non ha contezza di ciò che succede in sala: in cucina, quel giorno, arrivò solo l’informazione «no formaggio su pasta» e niente altro. Probabilmente doveva essere la cameriera (nei confronti della quale è stata emessa sentenza di condanna), stando a diretto contatto con i genitori del piccolo, ad informarsi in maniera più dettagliata sul tipo di allergia.

Articoli correlati

Back to top button