Cronaca

Blitz contro i "Pecoraro – Renna": ecco come agiva il clan

BELLIZZI. Otto cellule gestivano il mercato dello spaccio nella Piana del Sele. Così il clan Pecoraro – Renna, dedita al controllo delle bische, alle estorsioni ed allo spaccio, controllava il suo “territorio”. A capo della cosca, Sabino De Maio che aveva, successivamente, organizzato i sottogruppi. Dettagli rilevanti, emersi in seguito all’operazione “Omnia” dell’Antimafia di Salerno che, mercoledì scorso, ha portato all’arresto di 24 persone.

L’attività più redditizia era gestita dal battipagliese Biagio Parisi che faceva base in via Etruria. Ogni due settimane i sottogruppi ricevevano chili di droga. A Parisi – come rivela La Città – si affiancavano la moglie Alda Di Benedetto, il cognato Gennaro Di Benedetto ed altri, tra i quali il pentito Paolo Podeia mentre a Bellizzi gestiva Guglielmo Di Martino Il referente di Montecorvino Rovella era Imparato insieme a Sorriento e Sabato. Acerno era stata affidata ad Ernesto Nigro. Olevano sul Tusciano era guidata da Michele d’Alessio. Su Pontecagnano agivano i Del Pizzo ed i De Sio. Anche Salerno aveva i suoi referenti in Marco Comunale, Matteo Vitale ed Alessandro Fasulo.

 

Leggi anche:

http://salerno.occhionotizie.it/barra/consigliere-comunale-pontecagnano-arrestato/

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button