Cronaca

Blitz della Finanza, 23 arresti per incidenti stradali e sentenze pilotate

SCAFATI. Blitz della Finanza, 23 arresti per incidenti stradali e sentenze pilotate. Il sistema portato a galla dalla Procura di Roma aveva base a Scafati. Ieri mattina la Guardia di Finanza di Torre Annunziata ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip capitolino, a carico di 23 persone sui 28 indagati totali.

Blitz della Finanza, 23 arresti per incidenti stradali e sentenze pilotate

A essere coinvolti tre giudici di pace, un corposo gruppo di avvocati e periti, un medico e tre rappresentanti delle forze dell’ordine. A capo dell’organizzazione c’era l’avvocato scafatese Antonio Iannello, giudice onorario che poteva contare su un gruppo di collaboratori nutriti che spaziavano da colleghi, medici e militari di Arma e Guardia di Finanza.

Insieme a lui sono finiti nei guai altri salernitani: il giudice onorario scafatese Raffaele Ranieri, il legale napoletano ma residente a Pagani, Eduardo Cuomo, gli avvocati scafatesi e collaboratori di studio di Iannello, Rosaria Giorgio e Filippo Costanzo, i carabinieri originari della città dell’Agro, Gennaro Amarante, Antonio Cascone e il medico Vincenzo Calvanese di Nocera Superiore.

Per Iannello, Ranieri e Cuomo si sono aperte le porte del carcere, mentre ai domiciliari sono finiti Amarante, Cascone e Giorgio. Indagati a piede libero, invece, Calvanese – per cui il Gip ha rigettato la richiesta d’arresto della Procura – e Costanzo.

Tutti i nomi

Tutto ruotava soprattutto intorno a loro, ritenuti vero fulcro di un apparato che poteva fare affidamento su un altro giudice onorario, Paolo Formicola , e persone ritenute fidate come Francesco Afeltra, Nicola Basile, Luigi Coppola, Carmela Coppola, Fabio Donnarumma, Vincenzo Elefante, Ciro Guida, Aniello Guarnaccia, Dario Luzzetti, Rodolfo Ostrifate (ex consigliere comunale in quota Pd a Castellammare di Stabia), Enrico Tramontano Guerritore, Guido Varcaccio Garofalo, Ivo Varcaccio Garofalo, Salvatore Verde, Pasquale Esposito, Luigi Ascione, Liberato Esposito, Marco Vollono, Tommaso Forte.


fonte la città

Articoli correlati

Back to top button