Cronaca

Blitz a Scafati, olio non tracciabile: scatta il sequestro

SCAFATI. Cattivo stato di conservazione delle merci, degli alimenti e mancanza di tracciabilità. Nuovi sequestri da parte dei carabinieri del Nucleo antisofisticazione agli ordini del maggiore Vincenzo Ferrara.

Blitz a Scafati, olio non tracciabile: scatta il sequestro

Unitamente a personale dell’Azienda sanitaria competente per territorio e dell’Ispettorato Centrale Repressioni Frodi di Salerno i militari hanno effettuato controlli in diverse aziende del territorio di competenza. A Roccadaspide in una rivendita di mangimi e prodotti per l’agricoltura, sono stati sequestrati 10.000 chilogrammi di soia Ogm non tracciati, ed elevate contravvenzioni per un totale di 2.000 euro.

A Cava de’ Tirreni presso un bar pasticceria sono stati sequestrati 50 chilogrammi di prodotti alimentari non tracciati, inoltre, è stata disposta la chiusura dell’intero laboratorio di produzione per le gravi non conformità igienico strutturali degli ambienti ispezionati. A Siano, in un ristorante sono stati sottoposti a sequestro circa 30 chili di alimenti non tracciati.

A Sala Consilina presso una rivendita di mangimi e prodotti per l’agricoltura, sequestrati 2.700 Kg. di grano duro e farine di soia, prive di tracciabilità, indispensabile per la sicurezza alimentare.

A Scafati in una industria conserviera, sono stati sottoposti a sequestro circa 1.000 litri di olio d’oliva, privi di tracciabilità.

Articoli correlati

Back to top button