Cronaca

Estorsione con le bombe: chiesti oltre 180 anni di carcere | I NOMI

Bombe ed estorsione in provincia di Salerno: le richieste di condanna. Ieri, venerdì 14 ottobre, è andata in scena la requisitoria

Arrivano le richieste di condanna per il giro di estorsione tramite l’esplosione di bombe in provincia di Salerno. In totale, come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, l’Antimafia ha chiesto oltre 180 anni di carcere totali, per 14 imputati, coinvolti nel blitz della Dda di dicembre 2021.

Bombe ed estorsione in provincia di Salerno: le richieste di condanna

Ieri, venerdì 14 ottobre, è andata in scena la requisitoria della Procura, la sentenza è prevista a fine mese. Queste le richieste dell’accusa:

  • 18 anni per Giovanni Barbato Crocetta;
  • 16 anni per Francesco Berritto;
  • 20 anni per Giuseppe Buonocore;
  • 13 anni per Vincenzo Buonocore;
  • 14 anni per Giovanni Cesarano;
  • 14 anni per Vincenzo Cesarano;
  • 13 anni per Ferdinando Cirillo;
  • 13 anni per Raffaele Di Ruocco;
  • 13 anni per Aniello Falanga;
  • 13 anni e 8 mesi per Pasquale Panariello;
  • 9 anni per Gennaro Ridosso;
  • 9 anni per Luigi Ridosso;
  • 5 anni e 9 mesi per Alfonso Loreto;
  • 6 anni e 3 mesi per Andrea Spinelli.

Le accuse

Gli imputati sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, possesso di armi comuni e da guerra, violenza privata e illecita concorrenza con minaccia o violenza. I fatti risalgono al periodo che va dal 2014 al 2019, avvenuti tra Scafati ed alcuni paesi del vesuviano.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio