Bruno Bavota in concerto al Moa di Eboli per la rassegna “Noir In Tour”

bavota-bruno

ETutto pronto per il concerto di Bruno Bavota al Moa di Eboli per la rassegna "Noir in Tour": appuntamento a sabato 9 marzo

EBOLI. Tutto pronto per il concerto di Bruno Bavota al Moa di Eboli per la rassegna “Noir in Tour”: appuntamento a sabato 9 marzo con la direzione artistica di Revolver Concerti.

Rassegna “Noir in Tour” a Eboli: sabato 9 marzo Bruno Bavota in concerto al Moa

Protagonista della scena modern-classic internazionale, in grado di toccare gli angoli più remoti del cuore, Bruno Bavota sarà ospite Sabato 9 Marzo 2019 (ore 21.30) al Moa Museum Of Operation Avalanche di Eboli, per la seconda tappa di ‘Noir In Tour‘, la rassegna itinerante di musica e arti ideata dal Noir Cafè con la direzione artistica di Revolver Concerti.
L’artista presenterà dal vivo “RE_CORDIS”, la live session in studio uscita in formato vinile e digitale lo scorso 18 gennaio su etichetta Temporary Residence. Compositore e polistrumentista neoclassico, Bruno Bavota si colloca perfettamente nella scena modern-classic tra mondi alternativi che spaziano dal pop pianistico alla musica classica.
Nato a Napoli, Bavota inizia a suonare la chitarra acustica prima di scegliere il pianoforte come suo principale strumento di espressione. Attraverso l’uso di loops di chitarra e pianoforte Bruno Bavota crea melodie che si inseguono e che guidano l’ascoltatore nelle più profonde emozioni.
Paragonato ad artisti del calibro di Dustin O’Halloran, Nils Frahm, Ludovico Einaudi distinguendosi con il suo stile unico, Bruno Bavota è tornato sulle scene musicali con ‘RE_CORDIS’, registrato in presa diretta in un solo pomeriggio a Napoli, un album bellissimo che tocca gli angoli più remoti del cuore. Il titolo del disco è una parola latina formata dal prefisso ‘RE’ e dalla parola ‘CORDIS’, che significa ‘cuore’, la sede della memoria. Letteralmente, l’unione delle due parole vuol dire ‘ ripassare dalle parti del cuore’. Il disco è una raccolta dei brani più noti di Bruno Bavota, suonati dal vivo con chitarra ed un ensemble di archi, per un effetto assolutamente ipnotico e sognante.
A fare da cornice al concerto sarà ‘Suspirium‘, collettiva di arti visive curata da Rossana Buccella che presenta così la sua mostra: «Il nero come segno e nota.Il bianco come luogo e intervallo. Acque che continuano a fluire incessantemente senza tempo né spazio».
Dalla combinazione di questi due colori e di un mare che scorre e mai si arresta nasce “Suspirium“, che con la sua forza evocativa incarna un particolare ritmo, conducendoci all’unità di ogni composizione, al pari della musica di Bavota, capace di proiettarci in atmosfere eteree e sognanti.
Le opere in mostra sono il frutto di un ipnotico incantesimo.
Un nastro che gira su se stesso lasciandosi andare senza mai perdere il controllo, un viaggio che si conclude proprio con un sospiro, il nostro. Dopo il concerto, spazio al dj set di Vincenzo Lanzara (Disco Balls Records).

TAG