CuriositàOcchio in cucina

I Bucatini Ammollati di Bellosguardo: una ricetta semplice

BELLOSGUARDO. Bellosguardo deve il suo nome al fantastico panorama che si può ammirare dalla collina del paese.

Nel 1246 la cittadina fu rasa al suolo dalla furia di Federico II di Svevia, dopo la “Congiura di Capaccio, per punire Pandolfo di Fasanella, che aveva partecipato alla congiura.

Un borgo della provincia di Salerno che sorge su un’area montuosa del Cilento, all’interno del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano. Il piccolo centro è conosciuto per l’olio extravergine DOP “Colline Salernitane” il vino Barbera, importato molti decenni fa, invecchiato nel rovere, il lambiccato, un vino dolce ottenuto da cloni locali di uve moscato.

I Bucatini Ammollati

Fra i vari piatti è famoso quello dei “Bucatini Ammollati” facile da preparare con ingredienti semplici.

Ingredienti per 4 persone:

350 g di bucatini
100 g di pangrattato
3-4 cucchiai extravergine d’oliva
4 acciughe sotto sale
sale e pepe q. b.

Procedimento:

Dissalate le acciughe e togliete la lisca, sciacquatele e asciugatele con un panno. In una padella capiente fate riscaldare l’olio, immergete le acciughe e schiaccciatele con la forchetta mente soffriggono. Una volta sciolte, si aggiunge il pangrattato amalgamando il tutto.



In contemporanea in una casseruola si fa bollire l’acqua salata, si calano i bucatini, si scolano al dente per unirli alla pentola con alici e pangrattato. Si amalgama il tutto con un mestolo dell’acqua di cottura, e si completa con una macinata di pepe fresco.

Per la riuscita del piatto si consiglia di usare olio extravergine di qualità, per i più tradizionalisti si può usare, come era comune fra i contadini, anziché il pane grattugiato il pane raffermo tostato il risultato sarà più consistente e più croccante.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button