Cronaca

Bullismo in un istituto superiore di Sapri: richiesta la misura dei servizi sociali

Bullismo all‘Istituto Superiore “Carlo Pisacane” di Sapri: i difensori, rispettivamente del 18enne di Sanza e del 17enne di Vibonati, hanno richiesto un programma di messa alla prova da parte dei servizi sociali per i loro assistito, durante l’udienza preliminare che si è tenuta davanti al Tribunale dei minori di Potenza.

Sapri, giovani accusati di bullismo: richiesta la misura dei servizi sociali

La vittima di bullismo è un 16enne del Golfo di Policastro, che sarebbe stato vessato, dall’ottobre 2017 a giugno 2018, da un 18enne di Sanza e da un 17enne di Vibonati.

A scoprire la vicenda il 6 giugno 2018 è stato il padre della vittima grazie ad un’altra alunna, che aveva visto un video delle violenze che circolava tra gli studenti tramite Whatsapp, e che lo avrebbe poi inviato ai genitori del ragazzo.

Violenze indicibili

Il ragazzo veniva minacciato di ulteriori ritorsioni se avesse raccontato quello che avveniva nei bagni della scuola: i bulli gli chiedevano di spogliarsi, simulare degli atti sessuali e di sporgere il fondoschiena.

La denuncia

Dietro pressione dei genitori, il ragazzo ha raccontato la vicenda e il fatto è stato portato all’attenzione del Tribunale dei Minori a Potenza che, a conclusione delle indagini, ha fissato l’udienza preliminare il 22 ottobre.

La bocciatura

All’epoca dei fatti, la Dirigente dell’Istituto aveva sospeso per 15 giorni per i due alunni e aveva poi deciso per la bocciatura per l’anno scolastico 2017-2018.

 

Articoli correlati

Back to top button