Buon compleanno Battipaglia! La città compie 90 anni

Battipaglia-panorama

Buon compleanno Battipaglia! La città compie oggi 90 anni. Fu fondata il 28 marzo 1929 grazie all'impegno di Alfonso Menna, dirigente del Comune di Salerno

Buon compleanno Battipaglia! La città compie oggi 90 anni. Fu fondata il 28 marzo 1929. Grazie all’impegno di Alfonso Menna, dirigente degli affari generali del Comune di Salerno, Battipaglia divenne comune con Regio Decreto numero 623 del 28 marzo 1929.

La nascita di Battipaglia

Il territorio comunale comprendeva parte del comune di Eboli, ove era ubicato l’abitato di Battipaglia e parte del territorio di Montecorvino Rovella con la località Belvedere

Battipaglia “primo comune rurale creato dal Regime nel Mezzogiorno d’Italia” può considerarsi come “città nuova” nel contesto delle operazioni di bonifica intraprese intorno agli anni Trenta all’interno di un progetto volto a fondare nuove città con massicci trasferimenti di popolazioni da altre regioni e territori. Dopo la sua elevazione a Comune autonomo ebbe una propria sede municipale (in P.zza Duchessa D’Aosta oggi P.zza della Repubblica) con strade interne ed esterne, uffici e servizi amministrativi, polizia urbana e scuole primarie (l’edificio della scuola De Amicis fu costruito nel 1931-1932).

Distrutta quasi completamente dai bombardamenti anglo-americani del 1943, in cui persero la vita 117 civili, Battipaglia fu ricostruita in tempi brevi, grazie alla tenacia dei suoi abitanti e alle risorse del territorio. Di questi terribili eventi preziose sono le testimonianze della “Cronaca della Casa” degli Stimmatini, primi a prestare opere di soccorso ed assistenza. “Terra Promessa”, a cui affluirono sempre più numerose dall’entroterra correnti migratorie, nel miraggio di un lavoro, conobbe un incredibile incremento demografico tra il 1951 eil 1960, superando più del doppio quello del vicino comune di Eboli, di cui era stata frazione.

Battipaglia

La svolta industriale

Da colonia agricola a comune rurale, a città nuova, nel 1960 Battipaglia divenne polo di sviluppo industriale.

Alle tradizionali industrie di trasformazione dei prodotti agricoli, si affiancarono industrie siderurgiche e di apparecchiature elettriche a ciclo continuo. In linea con i tempi , si guardò alle trasformazioni dell’età post-industriale, con insediamenti ad alta tecnologia, dai cavi elettrici alle fibre ottiche, alle telecomunicazioni.

Venne realizzandosi, nel territorio di Battipaglia, “una felice coesistenza di poli agro-alimentari, collegati alla vocazione agricola della Piana del Sele e produzioni ad elevato contenuto tecnologico, con un denominatore comune, rappresentato dall’innovazione e dal miglioramento continuo”.

Battipaglia tra i 100 comuni che hanno reso grande l’Italia

Nel 1986 Battipaglia fu segnalata tra i cento comuni di Italia che, per il progresso economico e civile conseguito, avevano contribuito a rendere più grande l’Italia nella storia dei quarant’anni della Repubblica.

Battipaglia rappresenta “una storia per molti versi emblematica di un lungo ed arduo cammino contrassegnato dalla tenace laboriosità di generazioni e generazioni, che hanno saputo costruire con il lavoro ed il sacrificio una società e un piccolo mondo fondati sul progresso economico civile”.

Medaglia d’Argento al merito civile

Il 13 marzo 2006 il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha conferito alla nostra città la Medaglia d’Argento al merito civile con la seguente motivazione: “Centro strategicamente importante del Mezzogiorno durante l’ultimo conflitto mondiale fu sottoposto a violentissimi bombardamenti alleati che procurarono 117 vittime civili, la quasi totale distruzione dell’abitato e delle infrastrutture e danni ingentissimi al patrimonio industriale. Luminoso esempio di spirito di sacrificio e di amor patrio“.

Battipaglia

I festeggiamenti in città

L’amministrazione comunale, per tale evento storico, ha promosso la sfilata per le strade della città della fanfara del X° Reggimento Legione Campania.

Questo il programma: ore 10 e 30 apertura cerimonia in piazza Aldo Moro; ore 11,00 parata della Fanfara del X° Reggimento Legione Carabinieri (Via Mazzini, Piazza della Repubblica, Santuario); ore 12 esibizione della Fanfara Santa Maria della Speranza; ore 18 e 30 Concerto della Fanfara a Piazza Aldo Moro.

TAG