Cronaca

Arriva il caldo africano, a Pellezzano un’ordinanza per limitare il consumo di acqua | Multe fino a 500 euro

Arriva il caldo africano, il sindaco di Pellezzano ha firmato un'ordinanza per limitare il consumo dell'acqua. Ecco i dettagli

Arriva il caldo africano: nelle prossime ore in Campania si raggiungeranno temperature fino ai 40°. Per questo motivo, il primo cittadino di Pellezzano, ha firmato un’ordinanza per limitare il consumo dell’acqua. Ecco tutti i dettagli.

A Pellezzano un’ordinanza per limitare il consumo dell’acqua

Emessa un’ordinanza sindacale a Pellezzano per limitare il consumo di acqua nel territorio comunale. A firmarla è stato il Sindaco, dott. Francesco Morra, che a causa delle elevate temperature di questo periodo estivo, accompagnate da un presunto aumento dei prelievi idrici, ha ritenuto opportuno emettere un provvedimento istituzionale per evitare situazioni di crisi idrica al fine di contenere il consumo di acqua potabile.

La scelta

Una scelta dettata anche dalla nota dell’Ausino, con la quale, al fine di evitare prelievi anomali, ha invitato il Sindaco ad emettere una urgente ed apposita ordinanza in tal senso. L’ordinanza emessa in data odierna impone, quindi, a tutti gli utenti di limitare il prelievo e il consumo dell‘acqua derivante dall’acquedotto pubblico, agli stretti bisogni igienico-sanitari e domestici, vietando l’impiego dell’acqua potabile per: irrigazione di orti, aiuole e giardini pubblici e privati; riempimento di ogni tipo di piscine pubbliche e private; lavaggio di automobili e/o motocicli; consumo di acqua potabile per qualsiasi uso ludico; prelevare acqua dalle fontane pubbliche per usi diversi dall’alimentazione; prelevare acqua dagli idranti pubblici e privati se non per lo spegnimento di incendi.

Il commento del sindaco Morra

“Ci apprestiamo – ha detto il Sindaco Morra – ad affrontare una delle estati più calde degli ultimi anni. Per questo motivo si raccomanda agli utenti un uso responsabile dell’acqua potabile nel rispetto dei limiti consentiti al fine di tutelare il bene più prezioso di cui disponiamo”.

Le multe

Per i trasgressori verranno applicate sanzioni comprese tra i 25,00 e i 500,00 euro. L’invito alla cittadinanza è quello riguardante l’adozione di ogni utile accorgimento teso ad attuare un risparmio idrico”. Si legge nel post pubblicato dal primo cittadino Francesco Morra.

Articoli correlati

Back to top button