Cronaca

Camerota, rifiuti ed amianto sulle spiagge. Interviene il Wwf

CAMEROTA. Amianto e rifiuti abbandonati in un’area protetta a Camerota, il Wwf invia una segnalazione al Comune di Camerota e alla Capitaneria di Porto. La richiesta è di eliminare rifiuti inorganici che hanno invaso la piccola area del Troncone, a Marina di Camerota, dopo le mareggiate degli ultimi giorni.

La spiaggia è ricoperta di recipienti di plastica e soprattutto di polistirolo granulare, le cui sferette diventano estremamente pericolose, se ingerite dalla fauna ittica, da gabbiani e tartarughe marine.

Anche la duna dell’Oliveto a Villammare, dove insiste un importante presidio Wwf, ha subito danni in seguito all’accumulo sulla zona “embrionale” di rami, canne, tronchi e soprattutto materiali inorganici. I paletti di recinzione hanno tuttavia retto alla furia delle onde.

Molta sabbia si è depositata sulla spiaggia a ciottoli e sulla zona embrionale, mentre materiale inorganico si è inoltrato nei corridoi aperti tra la duna e non è stato fermato dalla zona definita “mobile”, caratterizzata dalla presenza di gigli di mare, sparto pungente e altre piante psammofile.

Quando il mare ha concesso tregua, i rifiuti inorganici sono stati raccolti da tre volontari ma il Wwf chiede il sostegno di altre braccia per restituire decoro alle spiagge.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button