Eventi e cultura

Il Tempio di Cerere si tinge di Rosa per la “Campagna Nastro Rosa 2017”

Il Tempio di Cerere si tinge di Rosa per la “Campagna Nastro Rosa 2017”


“Campagna Nastro Rosa 2017”

Quando: dal 7 al 30 Ottobre

Dove: Capaccio-Paestum

Indirizzo: Templi di Paestum

Prezzo: gratis


I Templi di Paestum aderiscono alla “Campagna Nastro Rosa 2017” campagna nazionale dedicata alla prevenzione del tumore al seno.

La “Campagna Nastro Rosa” ha come obiettivo quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’ importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella.

Per tutto il mese di ottobre la Sede Centrale e le Sezioni Provinciali LILT offrono visite senologiche gratuite nei loro ambulatori, organizzano conferenze e dibattiti, distribuiscono materiale informativo e illustrativo e mettono in atto molteplici iniziative volte a responsabilizzare sempre più le donne su questa problematica.

Dal 7 al 30 Ottobre il Tempio di Cerere si tinge di Rosa con effetti di luci molto suggestivi.

Il Comune di Capaccio Paestum ha patrocinato le attività locali, che si svolgeranno nel corso della campagna.
Quest’importante iniziativa di sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella è promossa dall’associazione di volontariato C’He.La.Vie onlus, presieduta da Anna D’Elia.

Ecco il Programma:
La “Campagna Nastro Rosa 2017” si aprirà il 7 ottobre con un incontro-dibattito all’interno dell’Area Archeologica, con inizio alle 17.30, dove interverranno: prof. Corrado Tinterri, Resp. Unità Operativa e Director Breast Unit Humanitas di Rossano (MI); dott.ssa Rosanna D’Antona, presidente Europa Donna Italia. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Anna Vairo.

A Seguire un momento di intrattenimento musicale con Vito De Simone (sax) e l’accensione delle luci che tingeranno di rosa il tempio di Cerere.

«Il tumore al seno rappresenta la prima causa di mortalità nella donna ed è importante, come sta facendo l’assocazione C’He.La.Vie onlus, affrontare il tema della prevenzione. – afferma l’assessore alla Sanità, Maria Antonietta Di Filippo – La società civile si distingue, infatti, non dalla capacità di curare ma di prevenire, per cui da medico e da neo assessore condivido pienamente quest’iniziativa che ha lo scopo di sensibilizzare sempre più donne».


 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto