Cronaca

Campania, il bilancio degli incendi: salvi Cilento e Vallo di Diano

L’estate sta per giungere al termine e con essa la campagna antincendio boschivo della Regione Campania: i bilanci dell’opera di prevenzione e contrasto.

Task force

E’ stata creata una task force che vedeva coinvolti la Regione, i Vigili del Fuoco, i Comuni, la Protezione Civile, i Carabinieri Forestali e la Sma Campania.

Il clima

Il clima costituisce un’importante fattore per gli incendi boschivi. I mesi di luglio e agosto, rispetto allo scorso anno, sono stati più freschi e piovosi. La situazione è stata così più tranquilla sia in Campania che nell’intera penisola.

Le segnalazioni

Nella nostra regione si sono registrate 214 segnalazioni nel mese di luglio (180 reali) e 260 nel mese di agosto (153 reali). Se confrontati con quelli dell’anno scorso, questi dati appaiono molto positivi poichè negli stessi mesi del 2017 gli eventi erano stati, rispettivamente, 1189 e 1542.

Soprattutto Cilento e Vallo di Diano non sono stati flagellati come lo scorso anno: sono stati infatti segnalati solo casi di lieve entità.

L’estinzione

Per ciò che riguarda l’estinzione dei roghi, sono state impiegate complessivamente 265 squadre. Sma Campania è intervenuta con 105 squadre, concorrendo in maniera decisiva allo spegnimento delle fiamme.

In sintesi si può asserire che, in linea con i dati nazionali, la superficie campana flagellata dalle fiamme si è molto ridimensionata rispetto allo scorso anno. In particolare, le aree più interessate sono risultate essere a luglio quella di Sessa Aurunca e ad agosto quella intorno a Fisciano.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button