CronacaCuriosità

È di Battipaglia la mozzarella di bufala più buona della Campania: la ‘perla’ salernitana vince su quella di Caserta

Campania, la mozzarella di bufala più buona è della provincia di Salerno: premiati caseifici di Battipaglia e Pontecagnano

La mozzarella di bufala più buona in Campania è della provincia di Salerno. Le perle bianche salernitane sono state premiate al termine del Campionato della Mozzarella 2022 che ha messo in competizione i caseifici della provincia di Salerno con quelli del Casertano. Ad aggiudicarsi il titolo di migliore mozzarella di bufala campana, il caseificio Jemma di Battipaglia.


campania-mozzarella-bufala-piu-buona-2022


Campania, la mozzarella di bufala più buona è della provincia di Salerno

La finale della competizione culinaria ha avuto luogo presso il ristorante stellato Palazzo Petrucci dove hanno trionfato il Caseificio Jemma di Battipaglia nella categoria Dop e il Caseificio Morese di Pontecagnano nella categoria non Dop.

Di seguito la classifica della categoria Dop:

  • Caseificio Jemma – Battipaglia (SA)
  • Caseificio Il Casolare – Alvignano (CE)
  • Palato Bufalino – Cancello ed Arnone (CE)
  • Caseificio Agnena – Cancello ed Arnone (CE)

Di seguito la classifica della categoria non Dop:

  • Caseificio Giuseppe Morese – Pontecagnano Faiano (SA)
  • Tenuta Vannulo – Capaccio Paestum (SA)
  • Caseificio Rosaria di La Rocca Angelo – Eboli (SA)
  • La Fenice Caseificio – Presenzano (CE)

Aspetti nutrizionali della mozzarella di bufala campana DOP

Facilmente digeribile, con un ridotto contenuto in zuccheri, colesterolo e lattosio, è anche un’ottima fonte di proteine ad elevato valore biologico, a cui si accompagna un moderato apporto di grassi totali, acidi grassi saturi. La mozzarella di bufala campana è particolarmente nutriente: l’apporto energetico è di 288 kcal/100 grammi per la presenza di 16,7 g di proteine, 24,4 g di grassi, pochissimo lattosio (0,4 g %) ed una miniera di micronutrienti (vitamine e sali minerali), tra i quali meritano una menzione il calcio (210 mg %) e la vitamina B12 (1,7 µg %).

Le caratteristiche della mozzarella di bufala campana DOP

La mozzarella di bufala campana DOP deve essere, per legge, posta in vendita solo se pre-confezionata all’origine (buste termosaldate, vaschette, bicchieri, ecc.). La confezione, inoltre, deve riportare i marchi del Consorzio di Tutela e della DOP, la denominazione Mozzarella di Bufala Campana, il numero di autorizzazione del caseificio (AUT. CONSORZIO TUTELA N. 000/00/0000) e gli estremi di legge nazionali (DPCM 10/5/93) e comunitari (Reg. CE n. 1107/96).

Se la confezione è una busta annodata, deve essere presente, sopra il nodo, un sigillo di garanzia apposto dal produttore. La mozzarella in confezioni senza sigillo può essere facilmente sostituita con una mozzarella non DOP. Tutte le mozzarelle poste in commercio con la confezione riportante la denominazione «Mozzarella di Bufala», «Mozzarella bufalina», non sono certificate DOP e sono denominazioni non consentite per legge.


campania-mozzarella-bufala-piu-buona-2022


Per gli esperti la temperatura di servizio ideale per la mozzarella è 18–20 °C. La mozzarella di bufala DOP va conservata in un ambiente fresco, sempre immersa nel suo liquido di governo. Il prodotto, infatti, mantiene le sue caratteristiche se conservato nel proprio liquido, nel rispetto delle temperature indicate dal produttore in etichetta come prevede la normativa vigente.

Non va conservata in frigo, se non è proprio necessario (ad esempio se il consumo avviene due giorni dopo l’acquisto). Prima di consumarla, però, occorre lasciarla a temperatura ambiente per almeno un’ora. In alternativa è possibile immergere la confezione, per circa 5 minuti, in acqua calda (35–40 °C).

Articoli correlati

Back to top button